domenica, 20 Settembre 2020

Al via Manifesta 12 Palermo: ecco i 20 luoghi protagonisti della biennale di arte

Oggi è il gran giorno dell’apertura al pubblico di Manifesta 12, la biennale nomade di arte e cultura contemporanea, che fino al 4 novembre ospiterà i lavori di circa 50 artisti e collettivi in venti sedi  della città di  Palermo. La cerimonia pubblica ufficiale di apertura è in programma stasera, alle 20, a piazza Magione. Ieri mattina alla Chiesa di Santa Caterina la conferenza stampa di presentazione (vedi foto).

Sabato 16 giugno si comincia alle 11 con la performance dell’artista italiana Matilde Cassani, u

no spettacolo pirotecnico diurno,  pensato per i Quattro Canti di Palermo. Alle 12 si svolgerà nuovamente la performance di Nora Turato all’Oratorio di San Lorenzo, mentre alle 17 sarà la volta di Marinella Senatore, con “Palermo Procession”, una performance processionale che si snoderà da piazza Santa Chiara fino al Foro Italico. Alle 20 è prevista la Cerimonia ufficiale di apertura di Manifesta a piazza Magione, alla presenza della direttrice di Manifesta Hedwig Fijen e del sindaco Leoluca Orlando.
Domenica 17 giugno la Biennale aprirà ufficialmente al pubblico. Il primo appuntamento è alle 10, con la perfomance diPatricia Kaersenhout, artista visiva e attivista olandese, all’interno del suo spazio espositivo, a Palazzo Forcella De Seta (Foro Italico Umberto I), mentre la performance di Nora Turato sarà replicata all’Oratorio di San Lorenzo, alle ore 12 e alle ore 18. Sono poi previsti una serie di incontri dedicati alle tematiche legate alla mobilità internazionale al Teatro Garibaldi: alle 11 “Borderless: Imagining a Borderless Future?”, in cui gli artisti di Manifesta 12 saranno invitati a intervenire; alle 16, “Borderless: Liquid Violence”, con Forensic Oceanography, duo artistico che conduce una ricerca critica sui fattori spaziali ed estetici che hanno trasformato il Mar Mediterraneo in un’area di confine militarizzata e alle 18.30 “Borderless: Black Med, Talk and listening session” a cura di Invernomuto, duo artistico che predilige l’immagine in movimento e il suono come mezzi di ricerca privilegiati.

Il sistema diffuso di mostre, tra installazioni, video, performance, interventi urbani e progetti letterari compone “Il Giardino Planetario. Coltivare la  Coesistenza”, che si  compone di  tre  sezioni e si articola non in sedi artistiche convenzionali o istituzionali, come gallerie o musei,  ma  in  luoghi  iconici,  e  in  parte  inediti  come  spazi  espositivi:  l’Orto  Botanico,  Palazzo  Butera,  Volpe  Astuta,  la  Chiesa  di  Santa  Maria  dello  Spasimo  e  Giardino  dei  Giusti  per  ‘Garden  of  Flows’;  Palazzo  Ajutamicristo,  Palazzo  Forcella  De  Seta,  Casa  del  Mutilato,  Palazzo  Trinacria  per  ‘Out  of  Control  Room’;  Palazzo  Costantino,  Oratorio  della  Madonna  dei  Peccatori  Pentiti,  Oratorio  di  San  Lorenzo,  Teatro  Garibaldi,  Chiesa  SS.  Euno  e  Giuliano,  Fondazione  “Casa  Lavoro  e  Preghiera”  Istituto  Padre  Messina,  Costa  Sud,  Zen  2,  e  Pizzo  Sella  per  ‘City  on  Stage’.

Le sedi di Manifesta saranno aperte tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle 10 alle 20. Fanno eccezione lo Spasimo, aperto dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 18, e Volpe Astuta, aperto dal martedì  al sabato dalle 10 alle 18.

Diverse  le  tipologie  di  biglietto  previste  per  visitare  la  biennale:  Local  Season  Pass, un pass  stagionale  valido  per  più  ingressi  in  tutte  le  sedi  della  biennale  fino  al  4  novembre  2018  (10  euro);  Family  Local  Season  Pass,  solo  per  residenti  in  Sicilia,  valido  per  2  adulti  e  un  massimo  di  3  minori,  consente  più  ingressi  in  tutte  le  sedi  della  biennale  fino  al  4  novembre  2018  (20  euro);  1-Day  Ticket,  valido  per  più  ingressi  in  tutte  le  sedi  della  biennale  per  un  solo  giorno  dal  momento  del  primo  accesso  (15  euro);  3-Day  Ticket,  valido  per  più  ingressi  in  tutte  le  sedi  della  biennale  per  tre  giorni  consecutivi  a  partire  dal  primo  accesso  (25  euro);  Family  1-Day  Ticket,  valido  per  un  solo  giorno,  per  2  adulti  e  un  massimo  di  3  minori,  consente  più  ingressi  in  tutte  le  sedi  della  biennale  (30  euro).

News Correlate