giovedì, 24 Settembre 2020

Bilancio positivo per Ustica Villaggio Letterario: tre mesi di cultura e spettacoli

Sta per concludersi la manifestazione “Ustica Villaggio Letterario III edizione”, il festival organizzato a Punta Spalmatore. Tre mesi ricchi di appuntamenti (oltre 160) hanno reso Ustica la meta prediletta per un turismo di qualità che ha saputo coniugare il mare e la natura con la cultura e l’intrattenimento. Sono stati, infatti, tantissimi gli ospiti che in questi novanta giorni si sono alternati al Villaggio Punta Spalmatore, spazio-simbolo di un festival in forte crescita.

E così, fra presentazioni di libri, cabaret, serate di astronomia che hanno portato a far diventare Punta Spalmatore la prima struttura certificata tra “​I cieli più belli d’Italia​” livello Gold, proiezione di documentari legati al mare a cura della Soprintendenza del Mare, visite guidate e uscite in barca nei luoghi più suggestivi dell’isola, archeoastronomia, corsi, laboratori, cooking show con lo chef Enzo Oliveri, attività sportive e laboratori  per i più piccoli, Ustica si conferma anche quest’anno isola che scommette sul mare, sul patrimonio culturale e sulle sue bellezze naturalistiche.

La rassegna si conclude venerdì 1 settembre, alle 22, con l’evento “Verso il Futuro”, a cui parteciperà lo scultore Giacomo Rizzo che presenterà il suo nuovo progetto dedicato ad Ustica e dialogherà con Valeria Li Vigni, direttrice del Polo Museale Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea Palazzo Riso, e con Franco Foresta Martin, direttore del Laboratorio-Museo di scienza della terra di Ustica.

Ma non finisce qui. il Villaggio Letterario sarà itinerante, girerà l’Italia per poi ritornare ad Ustica da giugno 2018.

News Correlate