martedì, 3 Agosto 2021

Concerti e recital nei teatri antichi: riparte il Festival Lirico dei Teatri di Pietra

Dopo il successo di pubblico e critica delle precedenti edizioni, il Coro Lirico Siciliano rilancia l’edizione 2021 del “Festival Lirico dei Teatri di Pietra ”, con una programmazione artistica che vede la partecipazione di star del panorama lirico nazionale e internazionale. Nasce così un vero e proprio circuito delle antichità siciliane, che attraversa monumenti famosi e di impareggiabile bellezza e luoghi meno noti ma di grande valore evocativo, che riaprono al pubblico in sicurezza.

La kermesse debutterà il 24 luglio con il Gran Gala di apertura dedicato a Giuseppe Di Stefano, uno dei più grandi tenori del ‘900 a cui il Festival, in occasione del centenario della nascita, dedicherà ben tre serate che vedranno la partecipazione di alcuni tra i più importanti tenori al mondo riuniti per la prima volta nella storia in un unico festival e che riceveranno il prestigioso Premio Internazionale Giuseppe Di Stefano: il 24 luglio presso la sua città natia, Motta S. Anastasia (CT), con la partecipazione straordinaria di Enea Scala e Carlos Marcelo Ventre, il 19 agosto presso il Teatro antico di Taormina con Joseph Calleja e il 29 agosto sempre al Teatro antico di Taormina si chiude con il Gran gala lirico che vedrà la partecipazione di Celso Albelo, Piero Giuliacci, Aquiles Machado, Chris Merritt.

Tanti saranno gli omaggi per ricordare personaggi straordinari come il sommo poeta Dante in occasione del 700mo anniversario della morte, che sarà celebrato il 29 agosto al Teatro Antico di Taormina con la prima esecuzione mondiale del brano “E la bella Trinacria”.

Non poteva mancare il ricordo del grande Astor Piazzolla, con l’esecuzione della celebre opera tango “Maria De Buenos Aires” che sarà eseguita in forma scenica completa in coproduzione con l’Orchestra Filarmonica della Calabria, presso il Giardino Vincenzo Bellini di Catania, il 10 agosto, con la straordinaria partecipazione di Alessandro Haber nel ruolo de “El Duende”.

Infine, un doveroso omaggio al Maestro Giuseppe Sinopoli nel ventennale della scomparsa (3 agosto, Cattedrale di Taormina), con alcune prime esecuzioni assolute e la registrazione di un cd e, per concludere in bellezza, contaminazioni tra pop e lirica con le canzoni di Franco Battiato che prenderanno vita, in una suggestiva serata evento il 13 agosto al Teatro Greco di Tindari e una serie di concerti presso la Rotonda sul mare di Avola (31 agosto), il Castello di Donnafugata (26 e 28 agosto), l’Anfiteatro di Centuripe, antistante la tomba di epoca romana che sarà inaugurata per l’occasione (12 agosto) e un omaggio a Ennio Morricone al Teatro Greco di Siracusa (24 agosto).

Fiore all’occhiello di questa edizione 2021 è “CAVALLERIA’S SEQUEL – DODICI ANNI DOPO” – in anteprima mondiale – che sarà realizzata come appendice alla Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. L’evento operistico realizzato con la sinergia del Mascagni Festival – Fondazione Goldoni di Livorno debutterà il 4 agosto presso il Giardino Bellini di Catania, il 7 agosto presso il Teatro greco di Tindari, il 20 agosto al Teatro antico di Taormina e il 27 agosto al Teatro Greco di Siracusa.

Tornano anche nell’edizione 2021 le contaminazioni tra pop d’autore e lirica grazie anche alla partecipazione di grandi nomi della musica italiana come Antonella Ruggiero (21 agosto a Piazza Armerina) e Mario Venuti (6 agosto a Gela) e torna anche la partecipazione a Le Verghiane di Vizzini (5 settembre); mentre una novità sarà il concerto all’alba a Palazzolo Acreide (11 settembre).

News Correlate