martedì, 20 Ottobre 2020

Giornate Fai di Primavera, ecco i siti aperti in Sicilia nel weekend

La Sicilia è tra le regioni protagoniste delle Giornate Fai di Primavera, arrivate quest’anno alla 25/a edizione e in programma sabato 25 e domenica 26 marzo. In particolare, a Catania saranno le porte del Teatro Massimo Bellini le prime ad aprirsi al pubblico. Inoltre, la delegazione di Catania, guidata da Antonella Mandalà, renderà fruibili il Teatro Sangiorgi, la Chiesa di Santa Maria di Gesù, il suo Chiostro e l’Istituto “Archimede”, l’Ex Sanatorio Clementi, Casa Verga e – in esclusiva per i soci Fai e per chi desidera iscriversi – Palazzo Manganelli, la Casa del Mutilato e la Chiesa di San Martino dei Bianchi. Nove importanti siti d’interesse storico e artistico della città etnea, solitamente con accesso limitato, che per la “due giorni” saranno invece visitabili dai cittadini a partire dalle 9.30, rilasciando un contributo libero.

A Palermo saranno aperti otto siti dell’itinerario “Per le vie dell’antico quartiere della Loggia”: filiale regionale della Banca d’Italia; caserma della finanza “G. Cangelosi”-Ex Convento domenicano di S. Cita; chiesa di Sant’Eligio e la Fabbrica d’argento di  Amato; chiesa di Sant’Eulalia dei Catalani; chiesa di San Giorgio dei Genovesi; conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini”; palazzo Pantelleria (ingresso riservato iscritti Fai); piazzetta del Garraffello.

Inoltre, a Messina porte aperte ai Bastioni della Lanterna di Montorsoli e al Bacino di Carenaggio, mentre a San Vito Lo Capo sarà visitabile la Tonnara del Secco che è stata anche set per Il Commissario Montalbano e Cefalonia.

News Correlate