giovedì, 3 Dicembre 2020

In mostra a Monreale una rilettura inedita dei capitelli del duomo

Al via a Monreale la mostra “Oriente e Occidente. Allegorie e simboli della tradizione mediterranea. Installazioni di Navid Azimi Sajadi”, organizzata dalla soprintendenza per i Beni culturali e ambientali di Palermo in collaborazione con l’Arcidiocesi di Monreale e con MondoMostre.

L’esposizione, che collega due monumenti del percorso arabo normanno protetto dall’Unesco (il complesso monumentale del Duomo di Monreale e il palazzo della Zisa), narra storie e simboli figurati dei capitelli del chiostro benedettino e delle cappelle del Duomo: dalle fotografie dell’archivio Kunsthistorisches Institut in Florenz-Max-Planck-Institut alle installazioni site-specific dell’iraniano Navid Azimi Sajadi, alle riletture fotografiche stampate, con tecnica innovativa, su intonaco bagnato (l’effetto è quello di un affresco vero e proprio) fino alla realizzazione di una app dedicata alla mostra. I servizi di ticketing e didattica sono a cura di CoopCulture.

Le opere di Navid Azimi Sajadi, ispirate all’iconografia del complesso monumentale, sono esposte all’interno del Chiostro di Monreale, in una sala del Museo Diocesano e nella Cappella San Benedetto del Duomo normanno: riescono a creare un dialogo contemporaneo tra l’arte mediorientale e il mondo occidentale mediterraneo.

Il percorso espositivo prosegue a Palermo e si inaugurerà il 24 novembre al Palazzo della Zisa con la cura, per parte iraniana, di Ashkan Zahraei e Giuseppe Moscatello. Navid Azimi Sajadi creerà opere in situ coinvolgendo i visitatori durante le fasi della loro realizzazione, attraverso workshop e performance organizzate con altri artisti e giovani studenti che manipoleranno le sue ceramiche smaltate, le superfici in polvere d’oro e tutti i materiali con cui l’artista cercherà di riprodurre costantemente ciò che significano le immagini, le forme e i ricordi in un ambiente metaforico in cui sia possibile collegare una vasta gamma di significati, di indicatori di tempo e di spazio.

News Correlate