domenica, 19 Settembre 2021

Le Vie dei Tesori, via al festival con 4 new entry

Dall’11 al 26 settembre, le prime dodici città aprono le porte per la 15esima edizione del Festival de Le vie dei tesori: 150 luoghi da visitare e 50 esperienze da scoprire. Le new entry sono Enna, Caltagirone, Carini e Termini Imerese; confermate Monreale e Bagheria, Noto, Trapani, Mazara e Marsala. E le “veterane” Messina e Caltanissetta. A ottobre, dal 2 al 17, toccherà a Sciacca, Cefalù, Erice, Ragusa e Scicli e alle due capitane Palermo e Catania che occuperanno l’intero mese, fino al 31 ottobre.

Dunque, le Vie dei Tesori è pronta a varare la sua nuova edizione, anche se quest’anno i Borghi dei tesori hanno già fatto da apripista: 58 piccoli centri dell’isola che hanno deciso di creare una rete sotto l’egida della Fondazione Le Vie dei Tesori sposandone il format. Un successo di pubblico che si ripeterà proprio questo weekend, con tutti i borghi pronti ad accogliere un’invasione curiosa, compatta, di visitatori, alla ricerca di mani antiche, laboratori, artigiani, sapori, cose belle.

Tornando alle Vie de Tesori, quella del 2021 sarà un’edizione diversa, la seconda a tempo di Covid: e dunque, tanta attenzione alla sicurezza, dei visitatori come dei tantissimi giovani che, entusiasti, si sono messi in gioco. Di sicuro non c’è parte della Sicilia da cui non arrivi interesse a far parte del circuito, segno di una grande voglia di ripartire nel segno di una bellezza partecipata dalle comunità.

L’anno scorso, in piena pandemia, quando ogni festival e rassegna rimandava o rinunciava ai suoi programmi, Le Vie dei Tesori ha deciso di provarci, riscrivendo ogni visita e ogni percorso nel segno della sicurezza, privilegiando luoghi all’aperto, sostituendo le visite guidate con audioguide d’autore ascoltabili dal proprio smartphone, registrate da giovani storici dell’arte, archeologi, studiosi del paesaggio, esperti della città e curate dagli Amici delle Vie dei Tesori. Nonostante la necessità di contingentare gli ingressi e i repentini cambiamenti di colore, il festival ha messo insieme 120 mila visitatori in meno di due mesi, e ha soltanto dovuto sospendere l’ultimo fine settimana a Palermo, che sarà recuperato a inizio festival, quest’anno. Nel 2019 i visitatori erano stati 404 mila con una ricaduta economica sul territorio di oltre 5 milioni di euro e un indice di gradimento del 91%.

www.leviedeitesori.com

News Correlate