mercoledì, 21 Ottobre 2020

L’Oreto protagonista di un’installazione meditativa

fiume oreto

A Palermo, sulla foce del fiume Oreto, è in arrivo U-DATInos, un’opera d’arte “infoestetica”: fra dati, sensori e workshop, nasce dal desiderio di prendersi cura di un territorio (la costa sud-est di Palermo), interrogarsi sul futuro del fiume Oreto – da tempo in stato di abbandono, inquinamento e degrado, ora oggetto di iniziative per recuperarlo e restituirlo alla collettività – e indagare il nostro rapporto con l’ambiente, sperimentando nuovi modi di connetterci con esso attraverso i dati.

Il progetto dell’Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva e firmato dal duo di artisti/ricercatori Iaconesi/Persico è il vincitore del bando Creative Living Lab II edizione, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Mibact.

Si tratta di un’installazione meditativa per “ascoltare” l’acqua di Palermo, una piattaforma di espressione e attivazione per gli abitanti e le comunità della città, un luogo d’incontro per godere della bellezza dell’arte e del paesaggio.

Il progetto si articola in quattro componenti principali:
– I WORKSHOP: quindici persone, tra cittadini e studenti dell’Accademia, diventeranno i “custodi dell’acqua” di Palermo. Muniti di sensori e della conoscenza per usarli, impareranno a rilevare dati sullo stato dell’acqua, a trasmetterli e a comunicarli.

– DATA GENERATION: i partecipanti saranno i protagonisti di una raccolta dati partecipativa sulle acque della città di Palermo e in particolare del fiume Oreto.

– L’OPERA: alimentata dai dati della raccolta, un’opera d’arte “generativa” si animerà di suoni e luci, dando voce alle acque della città, informandoci e tenendoci aggiornati sulle condizioni delle acque in base ai dati emersi dalla raccolta.

– L’INCONTRO: l’apertura dell’opera al pubblico sarà l’occasione di confrontarsi con abitanti, ricercatori, studenti e istituzioni per discutere come dati, arte e computazione possono aiutarci ad affrontare i fenomeni complessi della nostra società, quali l’inquinamento, il cambiamento climatico o la pandemia – con lo sguardo rivolto ai futuri del fiume Oreto.

GLI EVENTI in programma:

>> A PALERMO L’ACQUA SI SENTE || diretta fluxus

Tra i flutti del Fiume Oreto, tra immagini e suoni acquatici, in una surreale e poetica diretta Facebook, il team di U-DATInos al completo racconta il senso del progetto e le prossime azioni venerdì 23 ottobre dalle 15 sulle pagine Facebook di Ecomuseo Mare Memoria Viva e di HER: She Loves Data https://www.facebook.com/events/1474254336295414/

>> SENSIBILI ALL’ACQUA || i workshop

Per gli studenti delle accademie di Palermo, i cittadini, le associazioni, gli attivisti, gli appassionati di arti, tecnologie e ambiente, due workshop gratuiti ad iscrizione obbligatoria sabato 14 novembre e sabato 21 novembre all’Ecomuseo Mare Memoria Viva (via Messina Marine, 14, 90123 Palermo).

News Correlate