lunedì, 30 Novembre 2020

Pupi e magia protagonisti del festival di Morgana a dicembre

Il Covid non ferma il festival di Morgana, che da 45 anni propone una rassegna del teatro di figura e dei pupi siciliani. Il museo delle marionette Antonio Pasqualino ha presentato il programma che dal 4 al 13 dicembre prevede 80 spettacoli in varie città con la partecipazione di dodici compagnie. Il tema scelto per questa edizione, che si svolgerà in parte con un pubblico limitato e in parte in streaming, è quello degli oggetti “magici”: ampolle preziose, filtri d’amore e talismani di cui sono piene le narrazioni popolari. Temi e pezzi di magia saranno riletti in un’ottica attuale. L’occhio sarà rivolto a tutta la Sicilia: gli spettacoli andranno in scena infatti a Palermo, Acireale, Alcamo, Messina, Siracusa, Sortino e Terrasini.

“Il festival – ha detto l’assessore regionale al turismo, Manlio Messina collegato in videoconferenza – ci fa ritornare al mondo fantastico e al grande fascino dei pupi e ci riconduce alla dimensione di una normalità quasi perduta”.

Per il sindaco Leoluca Orlando il festival è la conferma che “la cultura nelle sue più diverse forme è un collante della comunità e allo stesso tempo uno strumento per mantenere i contatti fra Palermo e il mondo”.

Le compagnie siciliane protagoniste della rassegna, ha detto Rosario Perricone direttore del museo delle marionette, aderiscono alla “Rete italiana di organismi per la tutela, promozione e valorizzazione dell’opera dei pupi” ispirata alla Convenzione Unesco per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. “Siamo impegnati – ha aggiunto – a salvaguardare un mondo che la pandemia ha rischiato e rischia di fare scomparire”.

News Correlate