venerdì, 30 Luglio 2021

Valle Templi aperta h24 tra eventi, concerti, spettacoli

Alla Valle dei Templi, dove i visitatori stanno tornando in massa, ci si prepara ad un’estate che sarà difficile dimenticare con un programma intenso di eventi, concerti, spettacoli, letture, incontri. “La Valle dei Templi è una delle punte di diamante dell’offerta culturale della Sicilia – spiega l’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana, Alberto Samonà – : ci muoveremo tra tante esperienze, visite immersive, teatro, il festival del cinema archeologico che unisce un linguaggio attuale e con l’antico. Un cartellone che durerà non dall’alba al tramonto, ma 24 ore. I dati lo confermano: migliaia di visitatori stanno di nuovo invadendo, pacificamente la Valle dei Templi”.

“Ci aspetta un cartellone ampio che abbiamo costruito lavorando durante la pandemia: non ci siamo mai fermati, sia per quanto riguarda le attività scientifiche che per quelle culturali – interviene il direttore del Parco archeologico, Roberto Sciarratta – Un cartellone che non si fermerà alla Valle ma si allargherà a tutti i siti della Provincia”.

La Valle dei Templi, in alcune giornate, sarà aperta quasi h24, il Parco si fermerà soltanto qualche ora della notte, visto che il cartellone accoglie spettacoli in notturna, itinerari guidati dalla luce delle “lucciole” e tanta musica e cinema sotto i templi; e poche ore prima dell’alba, si entrerà di nuovo nella Valle addormentata per aspettare il sorgere del sole, tra percorsi teatrali e suggestioni declinate sull’unico tema del Risveglio nel Mediterraneo. Oltre, naturalmente, alle visite quotidiane.

LE ALBE: ogni domenica dal 25 luglio al 29 agosto e mercoledì 25 agosto.

Quest’anno avranno un unico fil rouge, il Risveglio sul Mediterraneo. Teatro e musica si fonderanno attraverso la voce di un operatore didattico, dando vita ad una narrazione unica e coinvolgente che partirà quando ancora la Valle è immersa nell’oscurità e continuerà accogliendo pian piano l’aurora e l’alba, in un percorso che dal Tempio di Giunone si concluderà al Tempio della Concordia passando per mura megalitiche, memorie della civiltà romana e dei primi cristiani.

UN’ESTATE MITICA

Il progetto di UN’ESTATE MITICA si inaugura la sera del Solstizio d’estate, il 21 giugno (e si replica il 28 agosto), con un progetto inedito del giornalista Aldo Cazzullo e dell’attore Sebastiano Lo Monaco al piedi del Tempio di Giunone: un omaggio a Dante che tracima in un sentito tributo alla bellezza del Belpaese.
Il mese di luglio si aprirà con due rassegne cinematografiche, dal 15 al 17 luglio ritornano i film che esplorano le civiltà antiche, documentari e produzioni che scoprono aspetti sconosciuti e grandi siti del passato: il Festival del cinema archeologico assegna i premi Giunone.

Dal 22 al 25 luglio, riecco anche Sicilymovie, festival internazionale di cortometraggi e documentari indipendenti che avrà anche tanto di red carpet sulla Via Sacra. Due repliche di “Dyonisos” tratto dalle Baccanti, e si arriva al 28 luglio con il grande concerto Emozioni: Mogol narratore e Gianmarco Carroccia (voce) ripercorreranno l’intenso rapporto che ha legato il più amato autore della musica italiana al cantautore Lucio Battisti.
Dal 29 luglio al primo agosto, il festival Arcosoli riporta il jazz alla Valle dei Templi: attesi Claudio Fasoli, Francesco Cafiso, Greta Panettieri e Alessandro Presti, senza contare il concerto ai piedi di Giunone, il 13 agosto, che unirà il virtuosismo di Eddie Gomez al contrabbasso, all’estro di Sal Bonafede al piano e alla verve del batterista Eliot Zigmund. Musica internazionale e arti digitali per Festivalle, dal 5 all’8 agosto.

Per il versante teatro, la Valle dei Templi si affida alla mano sicura del direttore artistico dell’intera rassegna, Gaetano Aronica che presenta con diverse tappe (dall’11 agosto in Valle e poi anche in altri siti archeologici legati al Parco) il suo Festino a tempo di peste moderno Decamerone, storia di grandi peccati e piccole virtù: un banchetto di sopravvissuti che celebra il proprio autoisolamento mentre la peste intorno imperversa.

Infine, la Valle non si muoverà da sola: anche gli altri siti archeologici che fanno parte del Parco paesaggistico stanno allestendo degli appuntamenti. A partire dal Museo archeologico Pietro Griffo dove saranno programmate proiezioni di pellicole cult, racchiuse in due omaggi, a Leonardo Sciascia e a Pietro Germi. Poi, alla Villa Romana di Realmonte, affacciata sulla falesia bianca della Scala dei Turchi, saranno in programma visite guidate con aperitivo al tramonto e un inedito appuntamento tra spettacolo, yoga e benessere, legato al mito di Persefone; e nel sito archeologico di Eraclea Minoa arriveranno gli spettacoli dei Teatri di Pietra e si attenderà l’alba il 18 agosto.

E per finire, per conoscere da vicino i prodotti che fanno parte del marchio Diodoros, il Parco della Valle dei Templi e Coopculture propongono “DiodorosExperienceLab”, una passeggiata enogastronomica alla scoperta delle produzioni d’eccellenza. Non mancheranno degustazioni sul campo e laboratori didattici.

Per consultare il programma clicca qui.

News Correlate