domenica, 24 Ottobre 2021

Tornano i fuochi per Sant’Agata… merito della tassa di soggiorno

A Catania tornano i fuochi del borgo per la festa della patrona Sant'Agata. In città fervono i preparativi per la terza festa religiosa più importante al mondo ed emergono già i primi particolari sui festeggiamenti, in programma dal 3 al 5 febbraio. La novità dell'edizione 2014 sarà gradita dai tanti fedeli che lo scorso anno avevano protestato per la mancanza (a causa della spending review) dello spettacolo pirotecnico tra i più attesi dell'intera settimana di celebrazioni. Il ritorno dei fuochi rientrerà nel budget della festa, senza alcuna spesa ulteriore: stanziati per l'edizione 2014 circa 390 mila euro, che servono per coprire tutte le iniziative delle celebrazione della Patrona. Fondi che sono stati assicurati dalla tassa di soggiorno versata annualmente dagli albergatori.
Intanto, è stato comunicato che Luca Parmitano è stato scelto per essere insignito della Candelora D'oro 2014. La sua passeggiata nello spazio e le sue splendide fotografie della Sicilia vista dall'alto, lo hanno reso una "superstar" e così al maggiore dell'Aeronautica Militare, il primo astronauta italiano a effettuare attività extraveicolare, andrà la più alta onorificenza cittadina che sarà consegnata dal sindaco Enzo Bianco a Palazzo degli Elefanti, contestualmente all'accensione della lampada votiva a Sant'Agata, domenica 2 febbraio alle 19.30.

News Correlate