giovedì, 24 Settembre 2020

Cleo Li Calzi succede a se stessa al Turismo

(Toti Piscopo) Designati gli assessori di questo potenziale Governo quater che, qualora confermato, sembra essere lo specchio di una realtà politica inconsistente ed irresponsabile, rappresentativo dello stato di confusione ed approssimazione che caratterizza questa legislatura.

Unico spiraglio di luce la riconferma di Cleo Li Calzi all’Assessorato al Turismo che sembra costituire unico segnale di buon senso per questo settore economico che, nonostante tutto e nonostante tutti, fa registrare timidi segnali di ripresa.

Le modalità di individuazione di questa nuova compagine e le reazioni conseguenti sinora registrate fanno temere un possibile tentativo di aborto più che ad un nuovo corso. Un potenziale Governo privo di anima e forse di cervello con solamente il turismo come cuore pulsante.

Non sappiamo se ciò sarà sufficiente per vederlo nascere e sopravvivere e non ci resta che sperarlo, anche se sarà sempre più difficile, in mancanza di una progettualità complessiva, fare sistema o fare rete, come sempre auspicato dall’Assessore Cleo Li Calzi.
Auguri a tutti noi e buon lavoro al neo (ex futuro) Assessore al Turismo.

News Correlate