sabato, 25 Settembre 2021

A Capodanno alberghi pieni: ma solo per una notte

Tutto esaurito negli alberghi siciliani, ma solo per la notte di Capodanno. La tendenza è quella di prenotare per un giorno, al massimo due, con grave rammarico degli albergatori che in un giorno non possono certo risolvere i problemi di un anno. A scegliere la Sicilia a Capodanno sono stati italiani, ma anche stranieri, soprattutto tedeschi, francesi ed inglesi. In crescita anche spagnoli, mentre una buona fetta è costituita dai siciliani che si limiteranno a brevi spostamenti all'interno della regione. Ma non tutte le località siciliane sono le stesse. Se Taormina resta la punta di diamante, soffre Cefalù mentre le grandi città, come Palermo e Catania, restano mete interessanti, anche  grazie alle iniziative proposte dalle amministrazioni comunali nel periodo natalizio.
E' questo il punto di vista esposto da Nico Torrisi, presidente di Federalberghi Sicilia, in un'intervista a Siciliainformazioni. E Torrisi non può evitare l'argomento abusivismo nel campo dell'ospitalità. "Non demonizzo B&B ed agriturismi – chiarisce – ma è necessario che tutti rispettino le regole. Così, ad esempio, un B&B dovrebbe  fare accoglienza familiare, avere un numero ridotto di stanze. Altrimenti è solo un albergo abusivo, che gode di un trattamento di privilegio".

News Correlate