lunedì, 25 Gennaio 2021

La The Key gestirà i siti di Siracusa, ma è polemica su assunzioni

È stata affidata alla The Key s.r.l., quale capogruppo del raggruppamento temporaneo di imprese (Civita, Mondadori, Mencarelli), la gestione integrata dei servizi aggiuntivi del museo Paolo Orsi, museo Bellomo e parco della Neapolis di Siracusa. Ma si tratta di una novità che sta portando con sé ancora polemiche. La Filcams Cgil contesta infatti il comportamento antisindacale messo in campo dalla The Key con il silenzio dell’assessorato regionale ai Beni culturali della Regione. Per questo motivo, il sindacato presenterà nelle prossime ore un esposto alla Procura della Repubblica per verificare se insiste il reato di omissione di atti d’ufficio a carico dei funzionari dell’assessorato Beni culturali della Regione Siciliana e del responsabile unico del procedimento per il mancato controllo delle norme contrattuali sottoscritte dalle aziende appaltatrici.

La The Key, che dovrà gestire insieme a Civita il servizio di biglietteria ed accoglienza, avrebbe cercato di aggirare il confronto sindacale – secondo la Filcams – sottoponendo solo una parte delle lavoratrici a un colloquio e assumendo con un contratto capestro e a tempo determinato solo una delle lavoratrici delle 12 che invece vantano un diritto sancito dal bando di gara e altri sette lavoratori per i servizi di biglietterie, in parziale sostituzione delle lavoratrici ex Novamusa.

Intanto, mercoledì 20 luglio la Filcams Cgil sarà convocata in audizione alla V commissione lavoro dell’Ars con l’assessorato regionale Beni culturali e le aziende aggiudicatarie dei servizi aggiuntivi e biglietterie del lotto SR1, il primo aggiudicato in Sicilia.

News Correlate