Sciacca si prepara all’estate salvaguardando salute e imprese

Il Museo Diffuso 5 Sensi di Sciacca è pronto a cogliere l’appello dell’Amministrazione comunale e a contribuire nel progetto “Sciacca open space”, dando così continuità ad un impegno già condiviso con la città, attraverso la sottoscrizione di apposito protocollo.

“Con quel documento, infatti, convergendo sulla necessità di valorizzare la nostra città attraverso
modelli nuovi, che puntando sul senso di comunità, mettessero in sinergia tutte le realtà operanti in
città, avevamo già gettato solide basi operative e di collaborazione con l’Amministrazione cittadina”, spiega la presidente Viviana Rizzuto. L’anteprima di presentazione di questa idea è avvenuta nel corso dell’edizione 2019 di Travelexpo.

“Lavoro di squadra e spirito di comunità sono da un anno il fulcro del progetto al quale lavoriamo
alacremente anche in questo triste momento di emergenza che, di fatto, non ci ha scoraggiati, ma
ci ha reso più determinati nella consapevolezza che per risollevarci dobbiamo programmare ed
organizzarci con scrupolo e metodo, soprattutto, fare squadra, lavorare tutti per il bene comune.
In queste settimane abbiamo irrobustito ed implementato il nostro progetto, sottoscrivendo intese,
preparando contenuti, offerte, tecnologie e, soprattutto, attivando uno strumento cooperativistico
innovativo, capace di mettere a regime e rendere produttivo il circolo virtuoso che auspichiamo per
il prossimo futuro della nostra Sciacca e per il quale stiamo lavorando alacremente. A tutto ciò si aggiunge il riconoscimento ufficiale conseguito quale Ecomuseo ex Legge 16/14, che ci inserisce tra i primi 11 ecomusei della Regione Sicilia. Dunque siamo lieti dell’appello dell’Amministrazione e ci rendiamo disponibili forti dell’entusiasmo di tutte le idee e le risorse – nuove, giovani e competenti, cooptate in questo nostro primo anno di vita”.

“Sciacca Open Space” è l’idea progettuale lanciata dall’assessore comunale Sino Caracappa per rilanciare il turismo come motore dell’economia territoriale in grado di incidere in maniera trasversale su commercio, agricoltura, servizi, cultura e ambiente. Il progetto di una città aperta che spalmi in tutti gli spazi (piazze, vie, cortili, spiagge) la voglia di accogliere e divertire salvaguardando salute e distanza. L’amministrazione sta infatti lavorando per garantire e rilanciare la sopravvivenza delle imprese immaginando nuovi percorsi di valorizzazione e promozione del percorso turistico e culturale con una serie di azioni che aiutino il turista a programmare una vacanza sostenibile con prescrizioni che potrebbero limitare i movimenti e gli assembramenti.

News Correlate