mercoledì, 30 Settembre 2020

Itinerari naturalistici, ok a rete sentieristica dell’Agro-Ericino

Il progetto “Rete Sentieristica dell’Agro-Ericino. Trekking Tourism” è stato ammesso a finanziamento con decreto dell’assessorato regionale al Turismo in attesa di pubblicazione sulla Gurs. Era stato presentato dal Gal Elimos, per innescare un sistema di promozione del territorio basato sulla valorizzazione delle risorse naturalistiche e sull’utilizzo di forme di comunicazione, diffusione e promo-commercializzazione innovative per un turismo di qualità.

Partner del progetto sono anche il CAI – Club Alpino Italiano GR Sicilia Onlus, la Strada Del Vino Erice Doc, il Distretto Turistico della Sicilia Occidentale e i Comuni di Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Custonaci, Erice, San Vito Lo Capo e Valderice.

In particolare, il progetto prevede di favorire la fruizione degli itinerari naturalistici nei territori comunali interessati, lo sviluppo di attività legate al turismo caratterizzate da alti livelli di sostenibilità ed il radicarsi di una forte cultura dell’ospitalità.

I temi, inoltre, che sono stati sviluppati nel progetto, e ne formano di fatto il contenuto, sono l’individuazione di una rete escursionistica dell’Agro-Ericino (15 sentieri per una lunghezza complessiva di circa 110 km) e l’inserimento nel Catasto Regionale dei Sentieri CAI per escursionismo da trekking e/o in bicicletta (MTB o bici da strada), l’integrazione della segnatura standard CAI nelle aree oggetto di interesse, la creazione di itinerari di differenti lunghezze per garantire un’offerta diversificata (con eventuali itinerari di interconnessione diffusi omogeneamente nel territorio).

Inoltre, al fine di garantire una facile accessibilità di dati ed una migliore fruibilità dei percorsi individuati, è prevista la realizzazione e la pubblicazione della Rete Sentieristica su un portale web dedicato e su supporti digitali (App, QR Code, Trail Me Up, Virtual Tour, ecc..), nonché la formazione di accompagnatori d’escursionismo e di personale addetto all’accoglienza turistica, e azioni di marketing con tour operator specializzati volte a far conoscere in Italia e all’estero l’offerta escursionistica dell’Agro-Ericino.  

News Correlate