Leanza: Piazza Armerina polo turismo colto siciliano

Via ai lavori di restauro della Villa del Casale. Entro due anni la consegna

Consegnati i lavori per il restauro del complesso monumentale della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina. Ad aggiudicarsi l’appalto, con un ribasso del 35,23% sulla base d’asta di oltre 13 milioni di euro, il consorzio Stabile operatore Beni culturali di Firenze che avrà a disposizione quasi due anni per completare i lavori di restauro che riguarderanno soprattutto la copertura della Villa e il recupero dei mosaici. Secondo l’assessore regionale ai Beni culturali, ambientali e alla Pubblica Istruzione, Lino Leanza, “Oggi è una data importante, non solo per la Sicilia. Piazza Armerina, intorno alla Villa del Casale, deve sviluppare in modo armonico quelle potenzialità che potrebbero farne uno dei poli del turismo colto siciliano. Per far questo bisogna incamminarsi su un terreno nuovo, mettersi in gioco, confrontarsi con le esperienze più innovative di altre città d’arte, utilizzando strumenti moderni di valorizzazione, in collaborazione con il mondo dell’università, della ricerca e dell’impresa. Servono, insomma, scenari più dinamici perché la cultura si trasformi in economia per il territorio. Si deve pensare alla cultura come a un sistema complesso, che vede coinvolti vari soggetti, sia pubblici che privati, tutti insieme protagonisti di un compito estremamente difficile, ma affascinante, cioè quello della tutela, della conservazione, del restauro, della fruizione, della valorizzazione e della promozione del patrimonio che il passato ha prodotto ha piene mani e ci ha consegnato. I beni culturali costituiscono una grande risorsa economica, un potente motore di sviluppo per occupazione, nuove professioni e applicazione di nuove tecnologie”.

News Correlate