sabato, 15 Maggio 2021

Stromboli: il Teatro del Fuoco per destagionalizzare

Albergatori soddisfatti. Il sindaco: nel 2009 conivolgere tutte le Eolie

“Un’esperienza di grande successo con importanti ricadute per il territorio, soprattutto per la destagionalizzazione”. Così Mariano Bruno, sindaco di Lipari definisce la prima edizione del Teatro del Fuoco, che dal 23 agosto al 6 settembre ha riunito per due settimane a Stromboli professionisti della danza con il fuoco provenienti da tutto il mondo. “Visto il successo – sottolinea Bruno – auspichiamo che venga replicata, magari col coinvolgimento delle altre isole vulcaniche”. Opinione che trova d’accordo anche gli operatori economici. Andrea Fabbricino, titolare della Locanda Barbablù, ristorante ed hotel a 4 stelle, dice che “sul piano commerciale, soprattutto per quanto riguarda la seconda settimana, il festival ha contribuito discretamente ad incrementare gli affari, che mai come in questo momento hanno sofferto la bassa stagione”. “L’affluenza è stata massiccia, gli ospiti ancora oggi ci chiedono se si rifarà il prossimo anno” gli fa eco Federica Russo, titolare della Sirenetta Park Hotel, altro 4 stelle dell’isola. In media cinquecento spettatori ogni sera, che sono diventati oltre duemila nella serata conclusiva della kermesse, con gente proveniente da tutte isole dell’arcipelago, 300 solo da Lipari.
 

News Correlate