venerdì, 23 Aprile 2021

Sulle tracce dello scultore Gagini in 4 paesi madoniti

In autunno itinerario turistico-artistico che punta a destagionalizzare

Ammirare le opere dello scultore Gagini e visitare le botteghe di scuola gaginiana in quattro paesi delle Madonie (Gangi, Geraci Siculo, Petralia Sottana, Petralia Soprana) sarà possibile nei mesi autunnali grazie a un’apposita convenzione siglata tra l’assessorato regionale alla Famiglia e agli Enti Locali e i Comuni madoniti. L’iniziativa porta il titolo “Progetti di valorizzazione e fruizione di itinerari gaginiani”. “Il progetto di promozione turistica e culturale – sottolinea Luigi Iuppa vicesindaco del comune di Geraci Siculo e vicesegretario del comune di Gangi – è stato finanziato dall’assessorato regionale per le potenzialità del territorio, per il paesaggio naturale e tradizionale con habitats unici, per la presenza di un giacimento culturale forte ma non maturo in termini di valorizzazione, per la possibilità di sviluppare attività connesse al turismo con ricadute economiche e sociali non indifferenti”. L’obiettivo è fare arrivare i turisti sulle Madonie durante tutte le stagioni dell’anno e non solo in estate per far scoprire loro le opere prodotte dalle botteghe siciliane con un itinerario turistico stabile (ma la data è ancora da stabilire) attorno a queste opere, collegandole strettamente alle produzioni pittoriche, musicali e letterarie dell’epoca.

News Correlate