sabato, 16 Gennaio 2021

Taormina ora aspetta l’arrivo dei turisti della Corea del Sud

Potrebbe arrivare dalla Corea del Sud l’ultima spinta al turismo di Taormina. Le basi sono state gettate nel corso di un incontro tra il presidente dell’Associazione Albergatori, Italo Mennella, il presidente di Confindustria Alberghi e Turismo, Sebastiano De Luca, e il Console della Corea del Sud in Sicilia.

“Già lo scorso anno – spiega Mennella a blogtaormina.it – una delegazione coreana era venuta in Sicilia per un educational organizzato dalla Regione con gli albergatori. Ora stiamo dialogando con interlocutori di livello internazionale tra i quali c’è anche il più importante tour operator coreano che ha già lavorato anche su Malta e che qui in Sicilia si era mosso in precedenza su Palermo ma che ora vuole fortemente puntare su Taormina. Stando alle indicazioni attuali, al 90% sembra che questa intesa si possa chiudere”.

“Abbiamo concordato – aggiunge De Luca – di accogliere una delegazione di giornalisti specializzati nel settore turismo e di tour operator tra i più qualificati della Corea del Sud. L’obiettivo è istituire due voli diretti dalla Corea del Sud per Catania. La riunione che abbiamo avuto con il console è stata proficua ed importante. Sono state gettate le basi per un accordo che potrebbe determinare prospettive di assoluto rilievo per Taormina. Non si tratta di semplici gruppi e comitive, è una clientela medio-alta che viaggia molto e lo fa per tutto l’anno. Per questo serve la riapertura al più presto del Museo di Taormina e che possa finalmente decollare il polo museale, mettendo in rete i nostri siti ed avviando un collegamento con l’Etna per quanto concerne enogastronomia, enoturismo ed i vari itinerari del circuito dell’Etna. Questo filone della Corea – conclude De Luca – dovrà essere esteso a tutti gli altri mercati orientali, con particolare riferimento alla Cina”.

News Correlate