martedì, 27 Ottobre 2020

Cammini religiosi e itinerari culturali sulla via Francigena delle Madonie

E’ stato presentato presso l’Eremo San Felice di Caccamo il progetto “Itinerari e cammini sulla via Francigena delle Madonie”. Al progetto, finanziato dall’assessorato regionale Turismo, Sport e Spettacolo, coordinato dalla SOSVIMA, e facente parte del circuito dei percorsi e itinerari di turismo religioso della Sicilia, hanno partecipato sei comuni del territorio Madonie-Termini (Caccamo, Bompietro, Petralia Soprana, Gangi, Castelbuono e Gratteri), quattro associazioni (Associazione culturale Itinerari del Mediterraneo “ITIMED”, Madonie Outdoor A.S.D., Associazione “Amici di San Felice” e Associazione Culturale “Sicilia Jacopea”) e l’agenzia di viaggi Migliazzo.

Il progetto ha previsto il censimento, il monitoraggio, la mappatura e la georeferenziazione dell’asse principale della via Francigena Palermo-Messina Montagna a partire da Caccamo fino a Nicosia seguendo la trazzera n. 284 attraversando alcuni centri urbani come Caccamo, Montemaggiore Belsito, Caltavuturo, Polizzi Generosa, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Gangi e Sperlinga.

Connessi alla Via Francigena che si estende per circa 113 km, vi sono anche i tre cammini religiosi che caratterizzano il progetto: Cammino Jacopeo, Cammino del beato Guglielmo e Cammino dei Santuari mariani delle Madonie per un totale di circa 350 km complessivi. Ai cammini religiosi, si aggiungono inoltre tre itinerari artistico-culturali di valenza nazionale: itinerario di Frate Umile Pintorno, itinerario di Giuseppe Salerno, detto lo Zoppo di Gangi e itinerario del Gagini.

Per il supporto al cammino dei pellegrini vi sarà un sito internet ed un’applicazione per dispositivi mobile che comprendono la descrizione dei contenuti in quattro lingue per accompagnare il pellegrino che potrà percorrere i cammini in autonomia oltre che con l’ausilio di un tutor messo a disposizione dalle associazioni partner del progetto. Caratteristica innovativa del progetto sarà la disponibilità dell’utilizzo delle joelette per il trasporto dei disabili lungo i percorsi più semplici.

Il progetto sulla Via Francigena delle Madonie sarà presentata alla fiera specializzata “Fa’ la cosa giusta” il 10-12 marzo al Fieramilanocity.

http://www.viefrancigene.org

News Correlate