giovedì, 22 Aprile 2021

Agrigento perde 110 mila turisti per collegamenti insufficienti

Interrogazione di Roberto Gallo per incrementare le corse con gli scali di Trapani e Palermo

Dramma trasporti per Agrigento. Raggiungere la città dei templi dagli aeroporti di Palermo e Trapani è un vero stillicidio per i turisti che atterranno nei due scali della Sicilia occidentale. A sollevare la questione il segretario provinciale de La Destra Roberto Gallo che ha preannunciato la presentazione di un'interrogazione al presidente della Provincia Eugenio D'Orsi per richiedere un intervento urgente per incrementare i collegamenti.
"I pessimi collegamenti con gli aeroporti di Trapani in particolare, ma anche Palermo, – ha sottolineato Gallo – ci fanno perdere di fatto la possibilità che oltre 100 mila persone ogni anno potrebbero raggiungere Agrigento col giro di affari che ciò comporterebbe. Attualmente esiste una sola autolinea che collega l'aeroporto di Palermo con Agrigento con orari insufficienti. Infatti l'ultima corsa da Punta Raisi ad Agrigento è alle 19.30 sicché ci sono 150 voli settimanali che rimangono scoperti. Altro problema è che da Agrigento per l'aeroporto di Palermo l'ultima corsa è alle 17 e ciò comporta che migliaia di persone cancellano l'ultimo pernottamento sul nostro territorio per effettuarlo a Palermo e ripartire l'indomani. Per quanto riguarda Trapani – ha aggiunto – la situazione è ancora più grave. Anche qui c'è una sola autolinea che collega il territorio agrigentino con l'aeroporto di Birgi. Le corse sono soltanto 3 giornaliere di cui l'ultimo pullman alle 16.30 nei giorni feriali da Birgi verso Agrigento mentre la domenica c'è una sola corsa alle 20.10. In pratica, oltre 11 mila passeggeri alla settimana restano scoperti per raggiungere la nostra Provincia, e si spostano agevolmente su Palermo che è ben collegata, rinunciando al tour turistico nel nostro territorio".

 

News Correlate