domenica, 27 Settembre 2020

Fondazione Fs e Regione puntano sul turismo ferroviario a bordo dei treni storici

Sono stati poco meno di 8mila i passeggeri che hanno preso parte ai viaggi dei treni storici in Sicilia nel 2017. Un numero importante e destinato a crescere grazie all’impegno di Fondazione FS e Regione Siciliana che intendono ora offrire, oltre al collaudato itinerario sui “Binari senza tempo” tra Agrigento Bassa e Porto Empedocle, nuove opportunità agli amanti di questa nuova forma di turismo che fa sempre registrare un elevato indice di gradimento tra i partecipanti.

Si tratta di viaggi in carrozze d’epoca lungo le strade ferrate che consentono di raggiungere e visitare luoghi ricchi di fascino e cultura, possibilità di escursioni e degustazioni di prodotti tipici dei territori attraversati, nell’ambito di sagre e manifestazioni organizzate nel secondo semestre del 2018. Sono “I treni del gusto e della cultura”, la nuova iniziativa che verrà presentata sabato 16 giugno nel corso di un viaggio speciale da Catania a Siracusa su vagoni d’epoca con tre passeggeri d’eccezione: a bordo infatti saliranno anche Mauro Moretti e Luigi Cantamessa, rispettivamente presidente e direttore generale di Fondazione FS Italiane, e Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana. Ospiti anche alcuni tour operator ai quali verrà illustrato il progetto dei treni storici in Sicilia, finanziati dall’assessorato regionale al Turismo.

Il treno partirà da Catania alle 10.05, arriverà un’ora dopo a Siracusa dove è in programma una conferenza stampa in una sala storica della stazione.

News Correlate