A Taormina hotel chiusi d’inverno, scontro con sindacati

Mennella: a nessuno piace chiudere ma siamo costretti dalla crisi e dal peso fiscale

E' polemica a Taormina sulla chiusura invernale di molti alberghi, anche tra quelli a 5 stelle. Da una parte ci sono i sindacati preoccupati delle sorti dei lavoratori, per i quali è a rischio l'indennità ordinaria di disoccupazione visto l'assottigliarsi delle ore di lavoro; dall'altro gli albergatori, che stretti tra la crisi e l'imu sono costretti a spegnere le luci delle hall. Ed è Italo Mennella, delegato provincia di Messina dell'Ebrts, nonchè presidente dell'Associazione Albergatori di Taormina e assessore comunale al Turismo, a chiarire la situazione. "I problemi legati all'introduzione dell'imu, per i quali gli albergatori di Cefalù hanno già chiuso per protesta le loro strutture, devono essere affrontati dall'intero Governo della Regione. Per questo abbiamo chiesto la convocazione di un tavolo a livello regionale".
Un altro problema riguarda invece la salvaguardia dei posti di lavoro dell'Hotel San Domenico. Per Pancrazio Di Leo, segretario generale della Fisascat Cisl Messina, "i problemi vanno affrontati a Taormina e non spostando la discussione a Palermo come ha proposto l'Ebrts". Ma anche in questo caso arriva la replica di Mennella: "i delegati del Centro Servizi dell'Ente Bilaterale Regionale Turismo Siciliano solo dieci giorni fa si sono riuniti a Giardini Naxos per esaminare e risolvere le questioni di due noti alberghi, uno di Messina ed uno di Giardini Naxos, mentre il tavolo di concertazione proposto per Palermo non riguarda solo un albergo di Taormina bensì un intero gruppo alberghiero che in Sicilia possiede ben sei strutture e che si trova attualmente in amministrazione controllata. Se qualcuno pensava, utilizzando la mutualità che nasce dai contratti di lavoro e dalle trattenute di tutti i lavoratori, di risolvere solo il problema del San Domenico chiudendo come al solito gli occhi sulla reale situazione del settore, ha sbagliato. I problemi dei lavoratori del San Domenico Palace Hotel – conclude Mennella – saranno risolti come quelli degli altri lavoratori del gruppo, perché l'Ebrts ed i suoi Centri di Servizio non intendono trascurare il diritto di tutti i lavoratori del turismo ad avere risposte certe ed assicurazioni".

News Correlate