giovedì, 24 Settembre 2020

Dove vanno i siciliani per le festività di Natale e Capodanno?

Sul Giornale di Sicilia di oggi, un articolo a firma di Aurora Fiorenza, rilancia notizie, indicazioni e commenti del nostro quotidiano offrendo delle informazioni di servizio ai suoi lettori e quindi ai consumatori tutti. Il monitoraggio riguarda le prossime vacanze di Natale. Il servizio, realizzato con la consueta professionalità e sensibilità, riteniamo possa essere d’interesse per la categoria tutta degli Agenti di viaggio e per questo lo riprendiamo.

“Le capitali europee – scrive Aurora Fiorenza – sono le destinazioni proposte al mercato turistico siciliano dagli Operatori turistici siciliani per le prossime festività di Natale e Capodanno. E tra queste primeggiano Madrid Barcellona, Vienna, Sofia che da qualche anno è entrata nella rosa delle mete richieste e su cui gli Operatori puntano programmando dei voli charter con partenza da Palermo e Catania.

Sono queste le prime indicazioni emerse da un sondaggio fatto dal quotidiano di turismo on line Travelnostop.com. “Ma non sono le sole destinazioni proposte – spiega il direttore editoriale, Toti Piscopo –  chi ha voglia di vacanze potrà richiedere nelle agenzie di viaggio siciliane anche Londra, Berlino, Praga, Budapest, Bratislava, Bucarest, Monaco ed anche Parigi anche se la destinazione, a detta degli Operatori, pur essendo ad alto gradimento viene ancora percepita come poco sicura e per questa proposta agli aficionados di sempre solo con voli di linea”.

Ma chi alle destinazione di medio raggio preferisce quelle di lungo raggio può puntare sulla Grande Mela, collegata in tutta la stagione estiva con voli diretti da Palermo e per Natale e Capodanno viene  proposta dalla Top Viaggi con voli Alitalia e partenze da Catania e Palermo. Anche le destinazioni esotiche  o caraibiche saranno tra quelle più gettonate per chi ha più tempo a disposizione ed un budget meno limitato. Infatti sono veramente tante le opportunità che si possono trovare nelle agenzie dove è opportuno rivolgersi per godere delle maggiori informazioni e garanzie anche di tipo contrattuale, oltre che le offerte personalizzate e proposte dai tour operator.

Le partenze proposte vanno dal 28 dicembre con rientro il 3 gennaio e le offerte sono sufficientemente diversificate ed accattivanti, ed abitualmente  includono volo, trasferimenti, accompagnatore, trattamento camera e prima colazione. Ed anche le quote di partecipazioni sono un po’ per tutte le tasche e variabili secondo il tipo di soggiorno.

“Anche per Natale e Capodanno rimangono un al palo, fatta eccezione per Malta, le destinazioni mediterranee quali Tunisia ed Egitto – conclude Piscopo, regalando una anticipazione – anche se ormai sembra certo che, nella prossima stagione riprenderanno i voli charter per Sharm. Una destinazione fortemente attrattiva per il mercato e la cui riproposizione costituisce un segnale importante. Un competitor di rilievo che punta a recuperare i flussi turistici perduti in questi anni”.

 “Ma anche la Sicilia potrà avere un suo ruolo per vivere il fascino e la magia del Natale. “Tra le destinazioni europee – ricorda Piscopo – anche la Sicilia potrà avere un suo ruolo. Infatti già da qualche anno, ed in questa stagione estiva appena trascorsa se ne è avuta riprova,  i siciliani hanno riscoperto la Sicilia turistica alla quale si sono approcciati con il gusto del viaggiatore per riscoprire quella Sicilia turisticamente meno appetibile ma più vera che vive nei borghi e nelle borgate, in città, al mare o in montagna, quasi alla ricerca di una identità smarrita. E non è da escludere che anche per Natale e Capodanno i piccoli centri si ripopoleranno di ospiti alla ricerca del proprio vissuto.” 

News Correlate