lunedì, 28 Settembre 2020

Federalberghi Eolie: no al fantasioso ticket al contrario

Milazzo vuole istituire tassa d’ingresso per i visitatori in transito verso le Eolie

Continua la lotta del Comune di Milazzo per contrastare i disagi al porto legati al traffico delle imbarcazioni da e per le Eolie. Il Consiglio comunale ha infatti approvato un documento che contiene una serie di richieste da portare al prossimo incontro in Capitaneria. Si chiede in particolare il ticket di un euro su ogni imbarco a tutte le compagnie di navigazione; il riconoscimento della tariffa residente anche ai milazzesi; interscambio con Federalberghi per una tariffa agevolata in caso di pernottamento forzato nelle isole dell'arcipelago; regolamentazione dell'ultima partenza in nave o aliscafo da Milazzo (d'inverno alle 17 e d'estate alle 19).
Immediata la reazione di Christian Del Bono, presidente Federalberghi Eolie e isole minori della Sicilia. "Sembra che l'ormai ricorrente e ‘fantasiosa' proposta di istituire un ticket al contrario – a beneficio cioè del Comune di Milazzo per quanti vengono alle Eolie – abbia addirittura trovato accoglimento nel consiglio comunale della città mamertina.
Fermo restando che non si comprende bene quali possano essere i presupposti giuridici della proposta, riteniamo del tutto improponibile l'idea di istituire un ticket d'ingresso in un'area amministrata da quattro comuni i cui proventi vadano addirittura in favore del comune attraverso il quale transitano i visitatori. Sarebbe davvero un interessante caso di studio in Italia e nel mondo; come se Napoli facesse pagare il ticket per Capri o Ischia, Palermo per Ustica, Trapani per le Egadi e così via. Non mi risulta, inoltre, che le isole Eolie siano un parco naturale amministrato dal Comune di Milazzo.
Non abbiamo difficoltà a prevedere una convenzione con gli hotel eoliani che agevoli i cittadini milazzesi. Ma è evidente che, se la proposta del ticket dovesse andare avanti, saremmo costretti ad opporci in tutte le sedi previste dalla legge per scongiurarne l'adozione. In ultima istanza, si potrebbe anche valutare l'ipotesi di spostare altrove la concentrazione del maggior traffico da e per le Eolie.
Sarebbe, inoltre, interessante predisporre un'analisi per calcolare l'effetto economico indiretto e indotto prodotto in favore delle attività economiche dei cugini milazzesi (bar, ristoranti, hotel, attività commerciali in genere, pontili galleggianti ecc.) quale risultato della prossimità con le isole Eolie.
Invitiamo, pertanto, l'amministrazione comunale di Milazzo ad intercettare altri fondi – magari connessi alla produttività e alla capacità di creare valore del territorio da essa stessa amministrato – per far fronte alle esigenze di bilancio, evitando di pensare di poter approfittare di aree già di per se sufficientemente svantaggiate e disagiate".

News Correlate