giovedì, 29 Ottobre 2020

Museo Opera Duomo offre la ‘migliore esperienza culturale’ ai visitatori

La Galleria degli Uffizi resta il museo più visitato di Firenze, ma è il museo dell’Opera del Duomo che offre la ‘migliore esperienza di visita culturale’ nella città. A rivelarlo una ricerca realizzata da Sociometrica, per conto dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

L’indagine fa un’analisi semantica di oltre 14mila commenti, in lingua inglese, pubblicati sui social media da turisti stranieri che hanno visitato Firenze da ottobre a dicembre 2016. Con il museo dell’Opera del Duomo e i monumenti del grande museo del Duomo (battistero, cupola di Brunelleschi, cattedrale e campanile di Giotto) all’attenzione dei turisti sui social media anche ovviamente gli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, Boboli, palazzo Pitti e le Cappelle medicee.

Ma su una scala da 0 a 100, è il museo dell’Opera del Duomo che evidenzia un ‘sentiment’ di 90 su 100. Insomma, per il turista è questo il museo che offre le maggiori emozioni, senza le difficoltà, anche di ordine pratico, che fanno scendere nella graduatoria musei più celebri.
Gli Uffizi con il maggior numero di citazioni in assoluto, molte super positive ma altre anche critiche, si ferma ad un punteggio di 83 su 100. Non si tratta di critiche rivolte al museo, chiariscono i ricercatori, quanto piuttosto di ciò che avviene fuori (fastidi a chi è in attesa dell’ingresso, ad esempio) e che influenza la qualità e la percezione dell’esperienza della visita.

Dal ranking del ‘sentiment’ emerge che al secondo posto c’è il Battistero, seguito dall’Accademia, dalla Cupola e da Palazzo Pitti, quindi Duomo, Cappelle medicee, Campanile di Giotto e Uffizi. Per l’Opera del Duomo la carta vincente appare soprattutto, stando ai visitatori sui social, l’effetto sorpresa, la piacevolezza del luogo nuova versione, abbinato al fatto che consente di capire meglio la cattedrale.

News Correlate