mercoledì, 21 Ottobre 2020

Intesa Lucca-Airbnb per riscossione tassa soggiorno

Il Comune di Lucca e Airbnb hanno siglato un accordo per l’applicazione e la riscossione dell’imposta di soggiorno. A siglarlo il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini insieme a Giulio del Balzo, public policy associate di Airbnb e Mauro Turcatti, public affairs manager della piattaforma. Il testo dell’intesa, spiega una nota, era stato precedentemente deliberato dalla Giunta comunale. Dopo Firenze, Lucca è la seconda città della Toscana a concludere un accordo del genere con Airbnb. L’intesa, della durata di un anno, entrerà in vigore in autunno e da allora Airbnb procederà automaticamente a riscuotere l’imposta di soggiorno per conto degli host al momento della prenotazione e la verserà direttamente al Comune entro 15 giorni alla fine di ciascun trimestre.

A Lucca oggi sono circa 1500 gli annunci Airbnb e lo scorso anno sono stati 49.500 (+43% rispetto l’anno precedente) gli ospiti che hanno soggiornato in città attraverso la piattaforma.

News Correlate