domenica, 29 Novembre 2020

Ristoratori in marcia da Firenze a Roma per protestare contro Dpcm

Quasi 200 persone su Ponte Vecchio a Firenze, con cartelli e striscioni, hanno partecipato alla manifestazione che dà il via alla ‘Marcia dei Ristoratori’ che, a piedi, dal capoluogo toscano raggiungerà Roma il 13 novembre. Una marcia per portare al governo le richieste delle categorie più colpite dalle conseguenze della pandemia e del lockdown.
La protesta è stata organizzata dal gruppo Ristoratori Toscana e da Tni, Tutela Nazionale Imprese, e si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo del ristoratore che, il 22 agosto scorso, si è tolto la vita a Firenze per le preoccupazione sul futuro della sua attività: “Un minuto di silenzio perché il sacrificio di Luca non vada sprecato”, ha detto Pasquale Naccari, portavoce del gruppo Ristoratori Toscana.
I ristoratori in marcia di protesta contro il Dpcm stasera raggiungeranno San Casciano Val di Pesa (Firenze), poi le tappe successive saranno San Gimignano, Siena, San Quirico d’Orcia, Bolsena, Montefiascone, Viterbo, Sutri, La Storta e, infine, Roma. Da San Gimignano seguiranno della Francigena, l’antica via dei pellegrini diretti dalla Francia a Roma.

News Correlate