Strutture ‘only gay’ su portale Toscana, Pdl polemico

E la comunità lgbt spiega che il sito non si rivolge solo a questo target

Guerra aperta tra il Pdl e comunità lgbt sul nuovo portale del turismo gay attivato nel sito della Regione Toscana. Secondo il partito, il portale 'Only gay' ha un carattere discriminatorio. Contrari i rappresentanti lgbt.
"Su questo spazio web, che la stessa Regione presenterà la prossima settimana all'Expo del turismo gay a Bergamo – attaccano Giovanni Donzelli e Salvatore Bartolomei, consiglieri regionali del Pdl – c'é un motore di ricerca tramite cui si possono trovare strutture ‘Only gay', un fatto gravissimo e discriminatorio: con una mozione chiederemo la rimozione dal portale turistico della Toscana della promozione di strutture che vietano l'ingresso agli etero e chiamate dalla Regione ‘Only gay'".
"Un pessimo scivolone basato sull'ignoranza – risponde Alessio De Giorgi, presidente di Gay.it e ambasciatore dell'Iglta – Le strutture ‘gay-only' non sono strutture riservate esclusivamente alle persone lgbt, ma che si indirizzano prevalentemente a tale target: così è spiegato chiaramente nella sezione del sito della Regione dove agli operatori turistici veniva illustrato come aderire al progetto. Forse – prosegue – ai 2 consiglieri Pdl dà fastidio che la Regione Toscana, prima ed unica in Italia, abbia fatto la scelta di dare visibilità a un settore turistico, quello lgbt, in grande espansione".

News Correlate