domenica, 15 dicembre 2019

I nuovi idoli, crisi della cultura, abuso dei social tra i temi dei carri del Carnevale di Viareggio

La creatività degli artisti del Carnevale di Viareggio è già al lavoro per realizzare i carri allegorici, che sfileranno sui Viali a Mare il 1, 9, 15, 20, 23 e 25 febbraio 2020, in occasione di sei Corsi Mascherati. Tra i temi delle opere di prima categoria: il no alle corride, l’ispirazione ad una frase di Luciano De Crescenzo per lanciare un abbraccio collettivo, l’impegno per un amore senza discriminazione, la cultura minacciata dal centauro dell’ignoranza, e i nuovi idoli del momento.

Tanti i temi affrontati dai costruttori di seconda categoria e delle mascherate a piedi: dalla satira politica, all’immigrazione, alla tutela dei minori; dagli incendi boschivi per mano di piromani, al bracconaggio.

Ricco il programma del ‘Fuori Corso’, le manifestazioni collaterali alle sei sfilate dei carri. Saranno l’occasione per celebrare il tema a cui il Carnevale di Viareggio 2020 è dedicato: generazioni. Incontri con ospiti, presentazione, momenti artistici e culturali con i padri e i figli più celebri del mondo della moda, dell’arte, dello sport, della cultura.

News Correlate