giovedì, 22 Aprile 2021

Approvato il piano del Parco della Maremma

Aumenta le tutele naturalistiche e cambia la zonizzazione del Parco

Il consiglio regionale ha approvato all’unanimità il piano del Parco della Maremma, dopo un lungo iter partecipativo iniziato nel 2002. Aumenta le tutele naturalistiche collegando i Monti dell´Uccellina, la pianura alluvionale del fiume Ombrone, la zona umida della Trappola, la pineta litoranea di Marina di Alberese e l’area contigua che comprende il comprensorio agricolo che arriva fino ai crinali collinari con gli ambiti di grande interesse archeologico, architettonico e storico-culturale. Cambia anche la zonizzazione del Parco che passa dalle tre aree (forestale e palustre, agricola a regolamentazione speciale e agricola) a: 536 ettari di riserve integrali (circa il 6%), 1.775 di riserve orientate (20%), 5.072 di aree di protezione (55%) e 1.676 di aree di promozione economica e sociale (19%). “Con questo piano – spiega Erasmo D’Angelis, presidente della commissione territorio e ambiente – si affrontano così anche alcune emergenze come l’erosione costiera e l’avanzamento del cuneo salino”.

News Correlate