lunedì, 21 Settembre 2020

Regione e Grosseto spingono per il Corridoio Tirrenico

Prioritari lo sviluppo dell’area, la tutela ambientale, la sicurezza e la tempistica

Regione Toscana e Provincia di Grosseto hanno manifestato un forte interesse affinché il Corridoio Tirrenico sia realizzato nel più breve tempo e nel miglior modo possibile. È questa la la posizione espressa da Luca Ceccobao, assessore regionale ai trasporti ed infrastrutture, e da Leonardo Marras, presidente grossetano, rispetto alle ipotesi di nuovo tracciato per la realizzazione del Corridoio Tirrenico, presentate in questi giorni da Sat. "Il Corridoio Tirrenico è un'opera necessaria per la Maremma e per tutta la dorsale tirrenica toscana. Non dimentichiamoci, infatti, che siamo di fronte ad un'opera pubblica di cui si parla ormai da 40 anni, necessaria anche a livello nazionale ed europeo, che può valorizzare il nostro sistema portuale e logistico", ha spiegato Ceccobao. Per la Regione Toscana e la Provincia di Grosseto, infatti, rimangono punti fermi la realizzazione dell'opera, ma anche, come ricorda il presidente Marras, la trasformazione dell'Aurelia in ‘strada parco' affiancata da percorsi ciclabili, la realizzazione del nastro autostradale in sede separata dall'attuale tracciato dell'Aurelia e la realizzazione della bretella di collegamento con il sistema portuale costiero. "È fondamentale – ha proseguito Ceccobao – che l'autostrada sia realizzata con il minor impatto ambientale per una terra come la Maremma, che fa della ricchezza paesaggistica uno dei punti di eccellenza, su cui si basa il turismo e lo sviluppo del territorio".

News Correlate