mercoledì, 23 Settembre 2020

Provincia Firenze, turismo in calo in primi 6 mesi 2012

I pernottamenti segnano un -1,3% e gli arrivi +0,2%

Subiscono un calo i pernottamenti nei primi 6 mesi del 2012 nella Provincia di Firenze, registrando un -1,3%, pari a -73 mila presenze. Dato sconfortante se paragonato al 2011 caratterizzato da una forte crescita sia degli arrivi (+5,2%) sia delle presenze (+8,3%). È quanto emerge dai dati del Centro Studi Turistici (CST), presentati da Giacomo Billi, assessore al Turismo della Provincia di Firenze e da Alessandro Tortelli, direttore del CST. Il dato negativo è stato determinato dal calo dei flussi nazionali. Stabili, invece, gli arrivi (+0,2%). Valori positivi si registrano a gennaio e a marzo, con un calo contenuto negli altri mesi del I semestre.
I risultati migliori provengono dai clienti stranieri con un calo del -0,9% di pernottamenti con ottimi risultati su alcuni mercati dei paesi Bric. Positivi i dati relativi al mercato americano e giapponese. In crescita i flussi turistici provenienti dall'Australia e dalla Svizzera. In calo, invece, quelli provenienti da Francia, Spagna e Canada. I dati evidenziano un risultato positivo negli alberghi a 4-5 stelle e negli agriturismi. Calo, invece, nelle basse categorie alberghiere (1-2 stelle) e nei campeggi e villaggi turistici. Nelle strutture ricettive del Comune di Firenze si registra complessivamente un calo dei pernottamenti del -1,2%, pari a 48 mila unità in meno.

 

News Correlate