venerdì, 25 Settembre 2020

L’Umbria dopo il sisma riparte dal turismo al WTM di Londra

“Ripartiamo da Londra con gli eventi che caratterizzeranno l’Umbria durante questo Natale: l’Umbria Jazz Winter, i mercatini di Natale, la stella cometa di Miranda. Gran parte dell’Umbria è intatta e perfettamente agibile. Abbiamo voglia di ripartire, nonostante il terremoto”. Lo ha detto a Londra  il vicepresidente della regione e assessore al Turismo Fabio Paparelli, a margine di un incontro al World Travel Market, fiera internazionale di settore.

“Da Londra – ha aggiunto Paparelli – vogliamo dare un segnale di pronta ripartenza e d’immediata reazione, annunciando la promozione di un prodotto turistico nuovo che offriamo ai mercati stranieri: un sistema di cammini spirituali e prodotti turistici autentici che mettono in relazione il turista con la Natura, il Paesaggio, l’Arte e la Cultura. Avevamo in programma di presentarlo a Londra come Sistema delle Regioni dell’Italia centrale. Stavamo conoscendo un boom turistico della Regione perché dal 1 gennaio al 24 agosto 2016 stavamo registrando un +10% quindi una crescita doppia rispetto a quella del mercato italiano. Ma il terremoto ha cambiato i piani”.

News Correlate