La Valle di Cogne si prepara per dare il benvenuto al turismo

La Valle di Cogne si risveglia in questa calda primavera con forza ed energia nuova, carica di buoni propositi per una ripartenza attenta e intelligente. Il Comune di Cogne sarà il primo in Valle d’Aosta ad offrire gratuitamente a tutta la popolazione di 1.400 abitanti la possibilità di effettuare il test sierologico per individuare la presenza di anticorpi per Coronavirus SARS-CoV-2 e capire così quanti siano entrati a contatto con il virus.
“Lo scopo dell’iniziativa non è assolutamente quello di fornire una liberatoria a coloro che dovessero risultare immuni, bensì di valutare l’immunità sviluppata, al momento attuale, dell’intera popolazione di Cogne e di mettere i risultati ottenuti a disposizione del Sistema Sanitario Regionale e della comunità scientifica nazionale e internazionale”, afferma Franco Allera, sindaco di Cogne.
E dopo un lungo periodo in stand-by, prende piede la consapevolezza ancor maggiore che il ritorno alla natura rimane e rimarrà sempre un ottimo alleato per il benessere psico-fisico. Vette da scalare, sentieri da percorrere, boschi da esplorare, distese di prati verdi e in fiore in cui perdersi, il moto impetuoso dell’acqua delle cascate di Lillaz da ammirare in stato ipnotico, spazi ampi da vivere in libertà. A Cogne, porta di accesso del Parco Nazionale Gran Paradiso, il più antico in Italia istituito nel 1922, si progetta la stagione imminente pensando alla sicurezza di tutti.
Nella programmazione della stagione estiva verranno mantenute e adattate, rispettando le nuove norme di sicurezza, alcune delle attività normalmente previste in un calendario settimanale, come ad esempio escursioni e itinerari a tema con accompagnamento, per conoscere la fauna e la flora del Parco, organizzati per piccoli gruppi di persone. Tra i piani della località valdostana figurano la creazione di ulteriori e più estese aree pic-nic e l’ampliamento dei percorsi pedonali, creando nuovi tracciati anche all’interno dell’immenso prato di Sant’Orso su cui Cogne si affaccia e da cui si ammira il massiccio del Gran Paradiso.
I ristoranti si stanno attrezzando per soluzioni take-away e per ricavare più spazi per consumare i pasti all’aperto. Le strutture ricettive, oltre ad adottare ogni misura di sanificazione e distanziamento richiesta per garantire la sicurezza di tutti, sono attente a trovare soluzioni che prediligono servizi open air, fast check-in, orari differenziati per pranzi e cene e la possibilità di consumare pasti in-house e d’asporto in sicurezza anche nei B&B.
Innumerevoli le attività sportive che la località montana permette di praticare per ritrovare il proprio equilibrio in una natura amica e rilassante, tra escursioni e passeggiate di ogni livello e durata, dagli alpeggi seguendo antiche mulattiere fino alle vere e proprie alte vie in quota. Alpinismo, free climbing, nordic walking per chi preferisce andare a piedi, mentre gli appassionati delle due ruote possono scegliere tra ben 80 km di sentieri percorribili in mountain bike, tradizionale o a pedalata assistita. www.cogneturismo.it

News Correlate