mercoledì, 23 Settembre 2020

Consorzio ‘Lago Di Garda è’, necessaria collaborazione di tutti

Artelio: prepararsi a sfide significative da superare attraverso l’aggregazione

Nei giorni scorsi si è svolta l’assemblea privata dei soci del Consorzio ‘Lago di Garda è…’. L’Assemblea è stata convocata per fare il punto della situazione del Consorzio e sul programma di attività 2013/2015.I lavori sono entrati nel vivo quando Paolo Artelio, presidente del Consorzio ‘Lago di Garda è…’ ha reso noto che, non potendo più contare sui contributi regionali, il Consorzio sta incontrando serie difficoltà nell’espletamento delle sue funzioni. Artelio ha chiesto ai soci di dimostrare la volontà di trovare soluzioni alternative perché la sponda veneta del Lago di Garda, il suo entroterra e il territorio circostante continuino ad avere un organismo che possa promuoverli al meglio.
“In un periodo che non è certo dei più floridi per il settore del turismo dobbiamo prepararci a sfide significative che potremo superare solo attraverso l’aggregazione, la condivisione dei problemi e delle aspettative e soprattutto la volontà di focalizzare gli obiettivi primari evitando inutili e dannose dispersioni – ha affermato Artelio – Servono risorse e poiché non abbiamo la certezza di poter contare su quelle esterne, occorre sostenere un progetto nuovo che ci consenta di continuare a rappresentare uno dei fiori all’occhiello del panorama turistico nazionale”.
Ai soci quindi è stato chiesto un adeguamento della quota associativa, in misura sufficiente a far fronte alle spese di gestione del Consorzio, mentre ai Comuni della sponda veneta del lago di Garda e del suo entroterra sarà chiesto di sostenere con budget adeguati la promozione dell’offerta turistica unitaria. Inoltre, è stato puntualizzato che le Amministrazioni locali darebbero seguito agli impegni assunti nelle more dell’applicazione della tassa di soggiorno e cioè di destinare parte del ricavato del tributo anche ad interventi di promozione turistica. Il Consiglio Direttivo, considerata l’importanza strategica di avere un piano coordinato di marketing turistico del lago di Garda, ha deciso di affidare ad una agenzia specializzata nella promozione e comunicazione turistica l’incarico di elaborare un progetto di ‘Destination Brand Marketing’, attraverso l’individuazione di slogan, target, comunicazione cartacea e video. Prevista anche la creazione di un nuovo sito del Consorzio, più accattivante e meno istituzionale.
“La nuova dirigenza del Consorzio – ha aggiunto Corrado Bertoncelli, presidente Federalberghi Garda Veneto – ha operato un’attenta verifica della situazione economico-finanziaria ma soprattutto ha impostato un programma triennale di rilancio dell’attività consortile di promozione e commercializzazione, con obiettivi chiari che, a differenza del passato, sono maggiormente focalizzati sulle esigenze degli albergatori e di tutti i soci del Consorzio. Noi, come Federalberghi Garda Veneto – ha proseguito – siamo e saremo vicini al Consorzio ‘Lago di Garda è…’ consapevoli che il suo ruolo è di fondamentale importanza per le nostre attività alberghiere. Riteniamo imprescindibile una attiva collaborazione tra gli enti, i comuni e le associazioni di categoria che hanno attinenza con il turismo, per porre le basi di un programma di attività atto a contrastare e cavalcare la crisi economica. La concorrenza delle destinazioni è molto agguerrita e solo stimolando l’attenzione sul lago di Garda e il suo territorio, attraverso una incisiva promozione e un compatto lavoro di gruppo, potremo contare su un significativo margine di successo”.

 

News Correlate