In Basilicata controlli su operatori turistici per garantirne sicurezza

Un progetto di prevenzione denominato ‘Basilicata 2020: Turismo covid free’ è stato avviato dall’Azienda sanitaria di Potenza in collaborazione con la Regione Basilicata per “garantire, anche nel periodo estivo, un controllo sanitario della popolazione residente maggiormente esposta a rischio di contagio e, parallelamente, assicurare ai turisti che visiteranno la regione procedure finalizzate a mitigare il rischio”.
L’Asp ha spiegato che esso “si baserà sulle Unità speciali Usco19 già operanti, nonché su due Usco19 attive presso i Presidi Ospedalieri di Chiaromonte (per l’area del Parco Nazionale del Pollino) e di Maratea (per la costa tirrenica). Le unità speciali covid-19 dell’Asp saranno attrezzate con postazioni-tenda fisse per i turisti volontariamente convenuti al presidio e postazioni-mobili per i turisti sintomatici ospitati in strutture ricettive dell’area. A tutte le strutture ricettive sarà fornito un numero telefonico dedicato per l’attivazione della procedura sanitaria in caso di ospiti sintomatici. La prevenzione sanitaria si basa inoltre sul controllo costante dei lavoratori operanti nel settore della ricettività turistica mediante tamponi naso-faringei periodici: ciò consentirà da un lato di tutelare la salute degli stessi lavoratori e dall’altro di avere elementi sentinella di potenziali focolai di contagio conseguenti al costante contatto con i turisti”.

News Correlate