sabato, 19 Settembre 2020

Dalla Cina alla Basilicata in “luna di miele”

Prende corpo il progetto presentato dell’Apt e MyItaly Tour

Matera nuova meta dei viaggi di nozze. La Città dei Sassi cresce in questo segmento e trova nella Cina uno dei mercati più interessati. Proprio in questi giorni nella città lucana è arrivata una coppia di cinesini futuri sposi, Candy e Jeff, 26 e 33 anni, protagonisti di un esclusivo tour fotografico. La loro presenza in Basilicata rientra nel progetto di promozione e valorizzazione che l'Agenzia di promozione territoriale ha avviato già nel 2009 insieme al tour operator Francesco Lionetti, capo della MyItalyTour, un lucano a Shanghai specializzato in viaggi di nozze cinesi in Italia. Una collaborazione con l'Apt e con la Regione Basilicata rafforzatasi in seguito alla partecipazione all'Expo di Shanghai 2010 lo scorso mese di maggio. "Un'occasione importante per la nostra regione – ha dichiarato Rocco Messina, dirigente dell'Ufficio di internazionalizzazione della Presidenza della Giunta di Basilicata – Shanghai non ha rappresentato solo una vetrina, ma soprattutto l'opportunità di avviare iniziative concrete sul piano della promozione del territorio. La presenza degli sposi a Matera è una di queste e altre sono in fase di attuazione, come il protocollo d'intesa che firmeremo il prossimo mese di ottobre in Cina con il Ministero della Cultura cinese che sancisce la collaborazione nel campo dei beni culturali e ambientali". L'obiettivo è di accendere l'interesse nei viaggiatori cinesi verso le località italiane, ancora poco scelte come mete dal popolo orientale. "Quello dei servizi fotografici matrimoniali all'estero è un mercato ancora vergine, ha detto Lionetti. Vi è la difficoltà di portali in Basilicata perché i cinesi preferiscono mete più vicine a loro, oppure le grandi capitali europee, esclusa l'Italia. Cominciare a proporre pacchetti turistici mirati al particolare target di clientela, utilizzando la ricca rete di contatti che MyItalyTour sta mettendo in piedi con i fotostudio cinesi, è un primo passo verso questa nuova forma di turismo".

News Correlate