domenica, 6 Dicembre 2020

Pompei, necessaria messa in sicurezza del sito

A breve incontro con commissario Ue per via libera fondi strutturali

"Tra qualche giorno incontreremo Johannes Hahn, commissario Ue alla politica regionale. Per quella data bisognerà mettere sul tavolo i fatti, in modo da ottenere il via libera per i fondi strutturali e mettere così in  sicurezza il sito di Pompei dal punto di vista idrogeologico". Lo ha affermato Riccardo Villari, sottosegretario ai Beni culturali, durante la presentazione dei lavori di restauro dell'area della conceria romana sponsorizzati da Unic, a quasi un anno dal crollo dell'Armeria dei gladiatori, il 6 novembre 2010.  Ammontano a circa 100 milioni di euro i fondi a cui fa riferimento Villari. "Vorrei evitare annunci – ha aggiunto – preferisco lavorare molto e parlare poco. Spero che arrivino a fine mese, così come spero che al più presto si possano assumere anche nuovi operai".
Anche Teresa Elena Cinquantaquattro, soprintendente per i Beni archeologici di Napoli e Pompei, ha ribadito l'importanza della manutenzione ordinaria. "Se non si garantisce questa, il pericolo di altri cedimenti c'é – ha detto – La nostra attività riguarda piccole aree eppure le strutture in sofferenza sono ovunque, le risorse a disposizione non ci permettono di fare di più: servono soldi e personale. Oggi non é ancora disponibile alcuna somma, ci auguriamo di dover aspettare solo qualche altra settimana e non mesi". Per la Villari "non è all'ordine del giorno la possibilità di scorporare la soprintendenza di Pompei da quella di Napoli. Quando il ministero scriverà il regolamento, si faranno le valutazioni del caso". 

News Correlate