mercoledì, 11 dicembre 2019

Treno fermo e passeggeri a piedi sulla Circumvesuviana, sdegno dell’Abbac

“Proviamo sdegno per la mortificante situazione che hanno vissuto pendolari e turisti, costretti a lasciare un treno in avaria sulla tratta della Circumvesuviana Sorrento-Napoli all’altezza di Pompei. Ancora più sconfortante la fotografia di persone costrette a camminare sui binari per raggiungere l’altra stazione in attesa di un successivo treno”. É la denuncia dell’Abbac, l’associazione dei Bed and Breakfast, di Napoli, con il presidente Agostino Ingenito e il coordinatore Penisola Sorrentina Sergio Fedele. Il presidente dell’Eav, holding regionale dei trasporti da cui dipende la Circumvesuviana, Umberto De Gregorio, conferma lo stop di un treno per un quarto d’ora, a causa di un guasto, ma sottolinea di non avere alcuna notizia circa persone scese a piedi sui binari.

“Il mondo ci guarda attraverso gli sguardi increduli di viaggiatori stranieri che seppur affascinati dalle nostre incommensurabili bellezze, restano sconfortati dalla carenza strutturale dei nostri sistemi di trasporto”, dicono gli operatori dei B&B. Nel giugno scorso, a causa di un guasto sempre lungo la linea Napoli-Sorrento, i passeggeri di un treno della Circumvesuviana percorsero a piedi anche un tratto in galleria, al buio, per raggiungere la stazione successiva.

News Correlate