giovedì, 20 Gennaio 2022

Capri, sindaci scrivono a Capitaneria per ridurre velocità in mare

I sindaci di Capri ed Anacapri hanno scritto alla Capitaneria di Porto per limitare le velocità in prossimità delle coste e delle spiagge. Le due amministrazioni dell’isola azzurra, insieme alle associazioni di categoria Capri Excellence, Federalberghi, Ascom Capri ed Anacapri, hanno inviato una nota al comandante della Circomare Capri, il tenente di vascello Dario Gerardi, per chiedergli di apportare modifiche all’ordinanza di sicurezza balneare in vigore dal 2014.   

I temi della richiesta toccano quelli dell’affollamento in mare, dell’inquinamento dell’ecosistema marino, dei rischi per la navigazione e soprattutto l’impraticabilità del mare dovuta ai sistemi economici che tendono prevalentemente più ad una logica di sfruttamento del territorio che della sua valorizzazione.

La lettera fa seguito a quanto emerso nel corso della riunione della consulta intercomunale sul turismo e la mobilità, dove i firmatari chiedono la modifica nell’attesa dell’istituzione dell’area marina protetta di Capri. Da qui la richiesta di modifica dell’ordinanza portando la velocità di navigazione nei corridoi di lancio a non più di 3 nodi e riducendo da 10 a 6 nodi la velocità nella zona di mare a 500 metri dalla costa ed a mille metri dalle spiagge.    

Il comandante del porto ha comunicato agli amministratori che convocherà un incontro con i firmatari della richiesta per conoscere quali sono stati i motivi che hanno fatto scaturire tale richiesta. 

News Correlate