venerdì, 26 Febbraio 2021

Accordo tra museo sito Reale Portici e La Mortella per favorire scambio flussi turistici

I Giardini la Mortella, dopo le iniziative attuate con le principali realtà culturali dell’Isola d’Ischia, raggiungono la terra ferma e sbarcano a Portici. È stata sottoscritta, infatti, una Convenzione tra i Giardini la Mortella ed I Musei del Sito Reale di Portici tra cui l’Orto Botanico, con l’obiettivo di rafforzare l’offerta culturale del territorio, puntando in questo caso ai valori dell’horticultural tourism.
L’ingresso al MUSA consente la visita all’Orto botanico, al Museo Ercolanense, agli appartamenti reali, all’orologio analemmatico e al Museo delle macchine agricole. Per tutte queste strutture è applicabile la convenzione con i Giardini la Mortella: presentando il biglietto dei Giardini La Mortella, emesso nei 6 mesi precedenti, il pubblico avrà diritto ad uno sconto del 20% sul biglietto di ingresso al MUSA; il biglietto del MUSA dà diritto ad uno sconto del 20% sull’ingresso ai Giardini La Mortella ad Ischia nei 6 mesi successivi alla data di emissione.
Quindi 2 tra le principali eccellenze culturali e botaniche della Campania e del sud Italia in generale, riconosciute a livello internazionale come mete di un turismo di qualità, oggi hanno deciso di unire le loro forze per offrire al territorio una proposta culturale inedita e itinerante.
I Giardini la Mortella ogni anno registrano oltre 60 mila visitatori. Una cifra record se si tiene conto che Ischia è un’Isola e se si considera la particolarità dell’attrazione. Le due realtà possono pertanto valorizzarsi e sostenersi a vicenda per esprimere ed interpretare il valore culturale del territorio. “Sono convinto – afferma Riccardo Motti, direttore dell’Orto Botanico di Portici – che questo genere di sinergie sia la carta vincente per una migliore promozione della nostra offerta culturale. Attraverso una semplice convenzione possiamo mettere in contatto diverse strutture, dare al turista l’opportunità di spostarsi sul territorio ed approfondire la conoscenza dei siti culturali e turistici della Campania. Siamo orgogliosi di legarci alla Mortella e l’auspicio – conclude Motti – è che nel tempo siano sempre più i siti culturali in rete tra loro, capaci di fare sistema e di lavorare in sinergia”.

News Correlate