mercoledì, 8 aprile 2020

Alla Campania assegnate 13 Bandiere Blu

La novità è Anacapri. De Mita: bisogna puntare sulla qualità turismo balneare

“Le 13 Bandiere Blu riconosciute al territorio della Campania sono la conferma della qualità della nostra offerta turistica per un segmento, quello balneare, che continua a rappresentare uno dei motori del turismo regionale”. È il commento di Giuseppe De Mita, vicepresidente della Giunta regionale con delega al turismo e ai beni culturali, dopo l'assegnazione dei riconoscimenti da parte della Fee. ''L'offerta turistica regionale – continua – non ha bisogno di essere ulteriormente ampliata o arricchita. Ciò che, invece, bisogna fare è sostenere l'innalzamento dei livelli qualitativi dei servizi per l'accoglienza dei turisti. È questa la vera discriminante in termini competitivi tra i territori. Le bandiere blu – conclude – premiano un'area, quella del Cilento, che è ormai tra gli ambiti emergenti del segmento balneare e quello naturalistico in Campania. Confermano punte di eccellenza nella penisola sorrentina ed in quella amalfitana e danno un importante riconoscimento al sistema delle isole campane, con Anacapri. A questi dati lusinghieri bisogna adesso essere in grado di aggiungere servizi dell'accoglienza che siano qualitativamente in linea con le moderne esigenze dei turisti”.

News Correlate