sabato, 26 Settembre 2020

Gli operatori stranieri potrebbero lasciare il Cilento

Prime defezioni dalla Germania, allarme fra i tour operator

Cilento fuori dalla programmazione dei tour operator stranieri. Dopo le polemiche legate all'accesso al territorio, ostacolato dalla mancanza di voli sull'aeroporto di Salerno, ora le difficoltà nascono dalla cattiva manutenzione dei sentieri escursionistici che $ ha indotto un operatore tedesco a cancellare l'area salernitana dalla programmazione del prossimo anno.
Lo ha fatto sapere Angelo Coda, presidente di CilentoTurismo.it che sollecita un momento di confronto e di riflessione sul tema. Un primo incontro fra operatori ci sarà a settembre. "Io credo che sia arrivato il momento di dire che non va tutto bene – dice Coda – Ci sono delle criticità sul territorio. Che senso ha vendere il Cilento se poi c'è uno stato di abbandono dei luoghi?". L'idea è quella di creare un osservatorio permanente con Ente Parco, Regione Campania, Provincia di Salerno e privati, per tenere sotto controllo la situazione. Un osservatorio che monitori i flussi, che indichi alla politica le emergenze da affrontare come l'aeroporto fermo al palo, come il mancato collegamento della strada cilentana con l'asse autostradale. "Non possiamo ripresentarci nel 2011 con i problemi dei porti, con un servizio del Metrò del Mare che parte quando la stagione è già iniziata e con i turisti stranieri che evidenziano i sentieri non praticabili" conclude Coda.

 

News Correlate