TESTMSL

Calano i pax all’aeroporto di Bologna: scatta richiesta per cassa integrazione

L’Aeroporto di Bologna è aperto e operativo, ma i voli sono ridotti al minimo, considerando le cancellazioni effettuate dalle compagnie aeree. Il risultato è un drastico calo dei passeggeri, che nelle prime due settimane di marzo hanno fatto registrare un -69,9%, pari a 96.921 passeggeri. Da inizio anno i passeggeri sono invece 1.551.570, con una riduzione del 10,3%, che fotografa un primo periodo del 2020 di crescita molto positiva, seguito dalla brusca frenata a partire dall’avvio dell’emergenza Covid-19.

In considerazione della situazione che si è venuta a creare, l’AD di AdB Nazareno Ventola e il direttore del personale Marco Verga, hanno incontrato in teleconferenza le rappresentanze sindacali ed annunciato l’avvio della procedura per la richiesta di cassa integrazione straordinaria per tutti i propri dipendenti, con mantenimento dei servizi minimi dal lato operativo e la riduzione delle attività dei dipendenti amministrativi. L’azienda valuterà l’eventuale ricorso agli strumenti che verranno messi a disposizione dall’emanando Decreto ‘Cura Italia’.

News Correlate