A rischio inaugurazione Palacongressi Rimini

La festa è fissata per il 25 settembre ma l’edifico non ha ancora tutte le carte in regola

Rischia di saltare ancora l'inaugurazione del nuovo palacongressi di Rimini, già rinviata dall'11 al 25 settembre: l'edificio potrebbe non essere a norma. Il presidente di Rimini Fiera, proprietaria del palas, Lorenzo Cagnoni, si è affrettato a convocare una conferenza stampa per confermare quanto già trapelato nei mesi scorsi: i sopralluoghi dei periti della Procura della Repubblica di Rimini, che aveva aperto un'inchiesta dopo la denuncia della Lega Nord, hanno accertato irregolarità su staffe e pilastri. Inoltre non è ancora arrivato il certificato di conformità sismica e quindi il Servizio Tecnico di Bacino ha revocato l'agibilità. In queste condizioni il palas non può operare, nonostante siano già in programma alcune manifestazioni congressuali oltre alla già citata inaugurazione. Per i congressi, i primi tre eventi si svolgeranno tra la vecchia e la nuova Fiera, mentre Cagnoni non dispera di poter comunque rispettare la data del 25 per la festa inaugurale alla quale sono stati invitati il presidente del consiglio Silvio Berlusconi, quello della Regione Vasco Errani e il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla.

 

News Correlate