Ravenna si candida a Capitale della Cultura 2019

La città ospita otto siti dei 43 italiani dichiarati patrimonio dell’Unesco

Tra i 43 siti italiani patrimonio dell’Unesco, ben 8 appartengono alla città di Ravenna. Il presidente di Enit Matteo Marzotto elogia in un videomessaggio i monumenti della capitale dei mosaici, dov'era invitato a partecipare al convegno sul turismo organizzato da Confindustria. La città bizantina vuole candidarsi a capitale europea della cultura per il 2019. Ravenna, continua Marzotto, “come poche altre città ha la cultura dell'ospitalità ed è straordinariamente operosa, ma deve essere in grado di mettere in mostra i suoi gioielli”, lancia l'appello ad amministratori locali e cittadini. L'occasione buona è la candidatura a capitale europea della Cultura 2019, in cui Confindustria “crede”, ribadisce dal microfono Casalegno, annunciando un seminario a luglio per “creare una squadra, un'agenda dei lavori e un elenco di priorità”. Il patrimonio di monumenti, però, spiega Alberto Cassani, assessore comunale alla Cultura “è solo il punto di partenza a premiare sarà il progetto. Per questo è importante lavorare a una rete di forti alleanze coi territori limitrofi, non solo romagnoli perché l'eventuale successo di Ravenna potrebbe avere ricadute in termini economici, occupazionali e d'investimenti su tutto il distretto per i prossimi quindici anni com'è successo a Liverpool”.

News Correlate