Skål FVG e Università di Udine insieme per valorizzare il territorio

Ha preso il via la partnership tra il Corso di Laurea Triennale in Relazioni Pubbliche dell’Università degli Studi di Udine e l’organizzazione Skål International Italia, l’organizzazione mondiale più antica e grande al mondo che unisce professionisti in ambito turistico a livello internazionale, presentata mercoledì 11 dicembre 2019 presso Palazzo de Grazia a Gorizia.

Gli ospiti hanno avuto la possibilità di partecipare ad una breve visita guidata introduttiva offerta dal maestro Claudio Liviero che ha raccontato Palazzo de Grazia in tutta la sua bellezza e storia.

Successivamente ha preso la parola l’assessore al Turismo e alla Cultura di Gorizia Fabrizio Oreti che ha sottolineato l’importanza di far leva sull’internazionalizzazione della città di Gorizia per poter promuovere un sempre più crescente turismo capace di valorizzare il territorio.

Ed è proprio ‘l’ascolto del territorio’ l’obiettivo della coordinatrice del Corso di Laurea in Relazioni Pubbliche, Renata Kodilja nel proporre agli studenti universitari delle possibilità di tirocinio che siano il più possibile a diretto contatto con la realtà territoriale. Da qui nasce l’idea di avviare la collaborazione con Skål FVG che, come ha sottolineato la presidente dell’associazione, Michela Lautieri, crede nella possibilità di fare squadra nel territorio, soprattutto con le ‘fresche risorse’ a disposizione.

Finalità di questa partnership è offrire a futuri relatori pubblici la possibilità di mettere le mani in pasta nell’ambito della comunicazione. Infatti, il progetto di tirocinio avviato ad ottobre 2019 si incentra sul rilancio dell’immagine di Skål FVG: sviluppo e avvio del nuovo sito Internet del Club (www.skalfvg.org), gestione strategica degli account di Facebook ed Instagram, organizzazione di eventi rivolti a professionisti del turismo e non solo, gestione di attività di segreteria e di ufficio stampa.

“La comunicazione gioca un ruolo fondamentale nella promozione del turismo – continua la presidente di Skal FVG – deve essere in grado di descrivere un prodotto intangibile e fortemente emozionale come le esperienze offerte ai turisti da un territorio”.

Successivamente ha annunciato 2 nuove collaborazioni avviate da poco con altre realtà regionali: la prima con l’Associazione Opera Viva, che come ha detto la presidente Lorena Matic vuole avviare un progetto nel 2020 che ha come tema il mare: uno dei punti di forza del turismo nella nostra regione. La seconda invece è con l’Associazione Tullio Crali a supporto di un progetto per la realizzazione di una mostra d’arte accessibile anche a ipovedenti e non vedenti. Sarà possibile vivere le opere d’arte non solo con la vista ma anche con il tatto: questo spirito si affianca perfettamente al desiderio dello Skål FVG di rendere il turismo alla porta di tutti, senza alcuna distinzione.

Alla fine dell’incontro Antonella Comelli, socio di Skål FVG, ha comunicato la chiusura dell’Associazione Agata devolvendo il residuo rimasto al Club per organizzare dei futuri progetti.

Quello di mercoledì è stato quindi un incontro che ha ribadito l’importanza di costruire una rete sempre più forte tra diverse entità come unica soluzione per un turismo più efficace e di conseguenza per una valorizzazione maggiore del territorio.

News Correlate