lunedì, 20 Settembre 2021

Restauri e mostre nel prossimo futuro di Villa Manin

”Mettere mano a un serie di restauri, che valorizzino il sito architettonico nel suo insieme, e lanciare un programma di mostre all'insegna dell'inventiva e del coraggio”. È quanto prevede il  neosovrintendente Piero Colussi, per far risplendere di nuova luce Villa Manin.
"C'è la necessità di riposizionare Villa Manin in un contesto di più ampio respiro”, ha detto Colussi – Per quanto riguarda il Parco, forse il più prezioso del Friuli Venezia Giulia, l'accesso dovrà essere gratuito e potrà valorizzato anche attraverso eventi estivi, mentre l'esedra rilevante oggi è uno spazio sottoutilizzato e al grezzo e dev'esserne completato il restauro”.
Colussi, ricordando che le risorse sono limitate (1,5 milioni contro i 2,5 del 2009), preannuncia una nuova strategia. “Le grandi mostre non sono più sostenibili, è indispensabile fare scelte nuove che stimolino la curiosità e il legame con il territorio, incoraggiando le visite del pubblico più giovane. È una linea già avviata con la mostra fotografica su Robert Capa”.

News Correlate