venerdì, 23 Aprile 2021

Tutte le iniziative messe in campo da AdR per contenere il Covid 

Aeroporti di Roma ha messo in atto una vera battaglia per il contenimento della diffusione del Covid 19. Dalla sanificazione di ambienti, strade perimetrali e oggetti alla tenuta dell’osservanza delle regole di distanziamento sociale indicata all’interno dell’aerostazione con un’apposita segnaletica e continui avvisi sonori, per proseguire poi con l’obbligo dell’uso della mascherina e il controllo della temperatura corporea attraverso l’installazione di oltre 100 termoscanner di ultima generazione e l’impiego dello ‘smart helmet’. A tutto ciò vanno poi aggiunte le due aree Covid-test: la prima allestita nella zona arrivi T3 (presente anche una doccia igienizzante) in collaborazione con Regione Lazio, Usmaf, Istituto Spallanzani e Croce Rossa Italiana e attiva dallo scorso 16 agosto; la seconda presso il parcheggio Lunga Sosta del ‘Leonardo da Vinci’, dove è stato realizzato il più grande drive-in d’Italia e d’Europa entrato in funzione lo scorso 1 settembre. Da ultimo, ma solo in ordine di tempo, c’è poi l’hub vaccinale tra i più grandi in Italia che può arrivare fino a 3000 vaccinazioni al giorno ed operativo dall’11 febbraio in un’altra porzione del parcheggio Lunga Sosta adiacente al drive-in nel quale il numero delle vaccinazioni finora effettuate è di circa 19mila dall’inizio delle attività (ieri record con quasi 1950 inoculazioni).           
Tra le altre iniziative di AdR quella presa in accordo prima con Alitalia per il lancio dei voli sperimentali Covid-free da e per Milano e per quelli da e per New York. Questa innovativa procedura di viaggio è stata poi estesa ai voli Delta da e per Atlanta con risultati definiti ‘eccellenti’ in termini di minimizzazione dei rischi con solo lo 0,13% di positivi e lo 0,31% di falsi positivi. Per i voli Covid-free Roma-New York, da Adr e Alitalia è stata inoltre avviata la digitalizzazione dei certificati di negatività. 

News Correlate